© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Serie A

Morrone: A Napoli vietato farsi condizionare dal pubblico

Morrone: A Napoli vietato farsi condizionare dal pubblico

All'indomani della sconfitta del Napoli in Europa League a Liverpool non cambia lo spirito con cui il Parma si prepara alla trasferta di domenica pomeriggio.

La sfida valida per la decima giornata su uno dei campi più “caldi” e difficili della Serie A è comunque un appuntamento da non fallire. Una sconfitta infatti potrebbe inguaiare parecchio i crociati, attesi peraltro da un mese di novembre piuttosto duro, con le sfide a Sampdoria (mercoeldì), Bari, Lazio e Inter dopo quella al San Paolo. Prima di tutto secondo il capitano del Parma Stefano Morrone, fresco di recupero “grazie allo staff medico” da una botta e oggi protagonista in conferenza stampa, non ci si dovrà far condizionare dalla bolgia della tifoseria partenopea. “L’anno scorso, quando vincemmo a Napoli, io ero infortunato, ma so bene cosa ci aspetta. Se ci si fa condizionare dal pubblico, si fa presto ad andare sotto di tre gol – spiega il centrocampista 32enne, che esclude, forse per pretattica, che i partenopei possano soffrire di stanchezza post Europa – I giocatori del Napoli, che a Liverpoool comunque hanno fatto una buonissima figura, sono campioni e senz’altro saranno già orientati verso la gara contro di noi. Loro puntano ai quartieri alti, ma noi vogliamo recuperare i punti che ci mancano”.

Tanta la pressione addosso al Parma, che non sta certo attraversando un momento favorevole. Un’evidenza che non può negare nemmeno Morrone, che pure fa di tutto per allentare la tensione. “Ci sono periodi in cui certi giocatori segnano nei modi più casuali possibili, altri no. Ci dispaice essere là sotto e nessuno di noi si aspettava di essere in questa posizione alla nona giornata. Ma non abbiamo nulla da rimproverarci per le prestazioni e, nonostante un calendario difficile, la classifica è corta e dobbiamo avere fiducia nelle nostre qualità – spiega il capitano del Parma – E’ una frase fatta, ma per noi ora ogni partita è una finale, perchè è vero che si fa in tempo a salire, ma anche a scendere ancora… Di certo la squadra è con Marino e lo garantisco da capitano”. Infine, in coda, Morrone, non ha nemmeno mancato di dire la sua sul divieto che impedirà ai tifosi della Sampdoria di venire al Tardini giovedì nel posticipo del turno infrasettimanale. “E’ una decisione assurda verso due tifoserie gemellate da una vita – conclude – Spero che da qui a giovedì cambi e si possa giocare in un bello stadio in mezzo ai colori gialloblù e blucerchiati”.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A