© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Serie A

Seconda divisione: Pietranera stende il Gavorrano, Crociati di nuovo vincenti

Seconda divisione: Pietranera stende il Gavorrano, Crociati di nuovo vincenti

Dopo quasi 200 giorni i Crociati Noceto ritrovano la vittoria interna (3-1 sulla Valenzana lo scorso 25 aprile) battendo 2-1 il Gavorrano e ringraziando così il "vecchio" e il giovane: Pietranera e Babbini, i due eroi di giornata.

Se al bomber va riconosciuta la dote del gol con una doppietta importantissima e di ottima fattura, al portiere gli va attribuito il merito di aver salvato i suoi con almeno un paio di super parate. Torresani cambia rispetto a L’Aquila e torna al modulo più compatto del 4-4-1-1 con Miftah in panchina, mentre i grossetani si presentano con il rombo a centrocampo di supporto alle due punte molto mobili. L’inizio del match è un film già visto al Noce, con gli ospiti subito in palla e che sfiorano il vantaggio al 7’ con una punizione di Bertino che si stampa sulla traversa con Babbini fuori causa. Dopo 5’ il Gavorrano insiste con i tiri da fuori e Peluso di destro impensierisce ancora il numero 1 di casa. Solo al 21’, su azione da corner, i Crociati si fanno vedere in avanti con Delledonne, ma il tiro dell’esterno sinistro viene ribattuto dalla difesa.

La partita va di pari passo con il clima bigio, autunnale e senza sprazzi di luce, con il Gavorrano che occupa per la maggior parte del tempo la metàcampo dei padroni di casa, provandoci sempre dalla distanza al 32’ con il solito Peluso. Al 36’ un brivido attraversa la schiena dei presenti. Su un lancio in profondità, Fioretti in allungo da dentro l’area di rigore, tocca la palla quel tanto per metterla in gol, ma Babbini compie la prima paratissima e sventa il pericolo. E quando meno te lo aspetti, ecco che esce il cinismo dei Crociati Noceto. Al 39’ Mora, fino a quel momento il migliore dei suoi, conquista palla sulla linea mediana anticipando Ruscio ed innescando un contropiede da 4 contro 2. Guareschi, servito a sinistra, mette in mezzo un pallone che lo stesso Mora svirgola all’altezza del dischetto, ma, dopo una deviazione, sulla traiettoria si fa trovare pronto e smarcato Pietranera, che da due passi insacca con decisione per l’1-0. In pratica si chiude il tempo ma è ad inizio ripresa che il Gavorrano accusa con gli interessi la mazzata della prima frazione.

L’intervallo sembra rigenerare i Crociati, che già al 50’ raddoppiano ancora con Pietranera (ora 5 gol in campionato) al termine di un’azione in perfetto “english style”. Lunga rimessa laterale in area di Tagliavini (ormai specialista in questo) per la spizzata di testa di La Cagnina e splendida girata al volo di destro del numero 9 che non lascia scampo né al suo marcatore diretto Miano né al portiere Lanzano. I padroni di casa sembrano più sereni e non accontentarsi del doppio vantaggio, ma non riescono a chiudere l’incontro. Anzi lo riaprono. Infatti al 59’, una palla mal gestita da Vignali e compagni al limite della propria area diventa preda di De Gori, che la tramuta in un assist filtrante per Fioretti che, sul filo del fuorigioco (interpretato male da Addona e Fabris) batte un incolpevole Babbini in uscita. La paura per i padroni di casa di tornare a vivere le solite apprensioni per non saper amministrare un vantaggio si fa più evidente, ricordandosi anche quando un anno fa esatto i Crociati sperperarono il 2-0 sul Carpenedolo facendosi poi rimontare sul 2-2 nei minuti finali. Anche il nervosismo, stretto cugino della paura, però si insinua nelle menti dei ragazzi di Torresani. Babbini al 67’ blocca a terra con sicurezza una conclusione di Peluso dopo aver concesso, con una clamorosa ingenuità, un corner nel tentativo di perdere tempo. In avanti sempre Pietranera allenta la pressione al 75’ con un destro rasoterra che rischia di beffare un disattento Lanzano. Nel frattempo Ogliari sostituisce un esausto Guareschi, coprendo un po’ di più i suoi compagni, ma il cambio viene quasi sprecato 60” dopo dall’eccesso di agonismo di Mora che, su uno spiovente a centrocampo, allarga troppo il gomito, colpendo Ruscio ed inducendo l’arbitro all’espulsione per doppia ammonizione. La paura fa novanta, come recita il detto, ma i Crociati vogliono fortissimamente invertire la tendenza che spesso li vede subire proprio negli ultimi minuti di gioco. Ed in questo caso i padroni di casa ci mettono tutta la loro buona volontà e sicurezza dei propri mezzi. In coro reggono gli assalti del Gavorrano, tutti portati dal fromboliere Peluso, che con il suo potente destro da lontano cerca il pareggio, sfiorandolo all’84’ quando Babbini compie un super intervendo, deviando la palla in corner e proteggendo così la seconda vittoria del campionato.

IL DOPO PARTITA

Torresani (all. Crociati Noceto): “Ormai siamo abituati a soffrire in tutte le partite, ma oggi avevamo davvero voglia di vincere e difendere il risultato. La prima mezzora abbiamo subito poi il vantaggio ci ha rilassato ed abbiamo giocato meglio. Questo modulo ci da più compattezza e rispetto a L’Aquila ho apportato 4 cambi anche per necessità. L’espulsione, forse affrettata dall’arbitro, ci ha costretto a difenderci di più, ma siamo riusciti a contenere un avversario che sa far girare la palla e che ha fatto una buona partita. Menzioni di elogio per Pietranera e per Babbini certo, ma anche per Delledonne che ha fatto tesoro degli errori delle partite scorse (2 espulsioni, ndr) giocando molto bene”.

Pietranera (attaccante Crociati Noceto): “Sono felice per i miei gol, ma perché so che hanno fatto bene alla squadra, oggi hanno avuto un valore maggiore perché sono coincisi con la prima vittoria interna del nostro campionato. Ora dobbiamo andare avanti così, sbagliare il meno possibile, credere di più nei nostri mezzi ed essere cinici come oggi. Sul 2° gol sono stato bravo a girare subito senza pensarci, ma anche un pizzico fortunato perché pensavo che la palla potesse andare alle stelle. La parata nel finale di Babbini vale un eurogol ed è la conferma che se molti di noi giocano sui loro standard possiamo stare tranquilli”.

Magrini (all. Gavorrano):”Buona prestazione la nostra che ci fa ben sperare per il futuro del campionato, però dobbiamo concretizzare meglio e di più, visto che tiriamo molto in porta. Siamo stati davvero ingenui sul 2-0, non possiamo prendere gol da rimessa laterale e quando siamo stati in superiorità numerica, paradossalmente, siamo stati più in difficoltà perché loro si sono chiusi molto bene”.

IL TABELLINO

Crociati Noceto – Gavorrano 2–1
Marcatori:
Pietranera (C) al 39’pt e al 5’st; Fioretti (G) al 14’st.
Crociati Noceto: Babbini 7, Tagliavini 6, Delledonne 6,5, Vignali 6,5, Fabris 6,5, Addona 6, Ferretti 5,5 (Berselli dal 41’st, sv), Mora 6, Pietranera 7,5 (Miftah dal 34’st, sv), Guareschi 6 (Ogliari dal 30’st, 6), La Cagnina 6,5. All.: Torresani 6,5 – a disposizione: Miskiewicz, Bersanelli, Sessi, Ferrario.
Gavorrano: Lanzano 6, Sgambato 5,5, Menichetti G. 5,5 (Menichetti S. dal 18’st, 6), Galbiati 6, Miano 5,5, Ibojo 6, Ruscio 5,5, Bertino 6 (Nocciolini dal 15’st, 5,5), Fioretti 6, De Gori 6 (Bodano dal 37’st, sv), Peluso 6,5. All.: Magrini 6 – a disposizione: Maragna, Curcio, Nencioli, Pacini.
Arbitro: Alessandro Caso di Verona, 6,5
Note: Espulso: Mora (C) al 31’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Guareschi (C) al 7’st, Addona (C) al 32’st, Ruscio (G) al 35’st. Angoli: Crociati-Gavorrano 6-6. Spettatori: 141 di cui 63 paganti.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A