© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Serie A

Le pagelle di Inter – Parma

Le pagelle di Inter – Parma

Sono Crespo e Stankovic i principali protagonisti della sfida di oggi a San Siro che ha visto vincere l'Inter con un risultato impietoso, 5-2. Disastrosa la prova della difesa e del centrocampo della squadra di Marino.

MIRANTE 4,5 Tre gol in 5 minuti sono difficili da digerire per chiunque. Sui primi due è ingannato dalle deviazioni di Lucarelli e Antonelli, sul terzo ha qualche responsabilità perché il calcio d’angolo di Sneijder attraversa tutta l’area piccola fino ad arrivare a Cambiasso. Sventurata l’uscita sul gol del 4-2.

ZACCARDO 5 Resta rintanato nella propria metà campo malgrado dalle sue parti ci siano spazi liberi. Travolto dall’Inter nei cinque minuti fatali del primo tempo, an che se non ha particolari colpe.

PALETTA 5,5 Impiega un po’ ad entrare in partita ma non è mai mai in difficoltà su Pandev. In area di rigore si fa rispettare anche se rischia molto. Castellazzi gli nega la gioia del gol.

LUCARELLI 5 Travolto dalla furia nerazzurra dopo l’illusorio vantaggio di Crespo. Raramente utile nelle chiusure e sulle palle alte. Mai un fuorigioco. Sfortunato in occasione del primo autogol.

ANTONELLI 5 La velocità e i dribbling dell’ex Biabiany lo mandano in tilt. Dalle sue parti, infatti, l’Inter affonda che è una bellezza. Cambia registro nella ripresa in concomitanza con l’uscita dell’ex gialloblù.

DZEMAILI 5 Costruisce e dà respiro al centrocampo, ma on fase difensiva è praticamente inesistente, non riesce mai a fermare i portatori di palla avversari.

GOBBI 4,5 Con Stankovic sono scintille, fin dai primi minuti. Ma dov’era in occasione dei primi due gol del serbo? Sostituito ad inizio ripresa.

ANGELO 7 Confeziona l’ennesimo cross per il terzo gol di Crespo, quello dell’1-0. Si ripete sul finire di primo tempo, ma questa volta Castellazzi devia il colpo di testa dell’attaccante argentino. Sulla destra è sempre in agguato, tanto da costringere Benitez a spostare Cordoba sulla sua fascia. Colpisce un palo ad inizio ripresa.

CANDREVA 6 Su e giù per il centrocampo, come un pendolino. Corsa e qualità, soprattutto quando si tratta aggredire gli spazi liberi.

GIOVINCO 6 Avvio scoppiettante, sfiora il 2-0 con un missile da 20 metri. Poi si eclissa, riemerge nel finale dei primi 45′. Nella ripresa confeziona due assist per Crespo e Angelo. Rientro positivo.

CRESPO 8 Prima doppietta stagionale. Il primo è una fotocopia dei primi due segnati contro Lecce e Lazio: cross dalla destra di Angelo e deviazione vincente sotto porta. Il secondo arriva grazie ad un velenoso destro dal limite. Colpisce anche una traversa su colpo di testa.

(1′ st) VALIANI 5 Il suo ingresso non serve ad arginare lo strapotere del centrocampo interista.

(26′ st) BOJINOV 5 Poco tempo a disposizione per mettersi in mostra. Il gol del 4-2 deprime lui e tutta la squadra.

ALL. MARINO 5 Aveva preparato la partita con meticolosità ma non aveva previsto che sulla sinistra Biabiany avrebbe creato grossi problemi. E a centrocampo servivano più muscoli per contenere Stankovic. Il 5-2 finale è una punizione eccessiva.

INTER: Castellazzi 6.5, Cordoba 6, Lucio 67, Materazzi 5, Zanetti 6; Cambiasso 6.5, Stankovic 8.5 (33′ st Nwankwo 6); Biabiany 7 (22′ st Thiago Motta 6.5), Sneijder 6, Santon 5.5 (1′ st Natalino); Pandev 5. All. Benitez 7

ARBITRO Giannoccaro 6.5 Partita senza sbavature e senza cartellini gialli.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A