© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Serie A

Una doppietta di Crespo stende l'Udinese e fa volare il Parma

Una doppietta di Crespo stende l'Udinese e fa volare il Parma

Una doppietta di Hernan Crespo, la seconda in due settimane, regala al Parma una vittoria rigenerante per il morale e soprattutto la classifica.

Il 2-1 finale è figlio di una gara sofferta e combattuta fino all’ultimo secondo dei cinque minuti di recupero, dopo che il primo tempo era terminato sull’1-1. Questa volta la difesa gialloblù ha retto bene agli assalti friulani, cancellando così le cinque sberle incassate domenica scorsa a San Siro. L’Udinese dell’ex Guidolin può recriminare per un palo colpito nel finale e per un atteggiamento troppo rinunciatario, soprattutto nei primi 45′. La squadra di marino, invece, la partita l’ha vinta a centrocampo dove Valiani e Candreva hanno corso per quattro e spesso si proponevano in attacco. Per informazioni chiedere a Asamoah e Pinzi, mai in partita.

La tattica. Marino contro Guidolin è una sfida tra due differenti filosofie di fare calcio. Il Parma si schiera con un 4-3-3 anomalo dato che Candreva è nel terzetto di centrocampo ma spesso fa il trequartista; Giovinco parte largo a sinistra ma si accentra; mentre Angelo è confermato a destra, nel terzetto offensivo. L’unica novità rispetto alla anticipazioni è Valiani al posto di Morrone.
L’Udinese si schiera con un 3-5-2 molto elastico, anche perché sulla sinistra Armero è quasi sempre allineato ai tre difensori, perché segue a uomo Angelo. In attacco la coppia Di Natale-Floro Flores.

Primo tempo. Il Parma parte forte e dopo 2 minuti è Dzemaili a cercare il gol con un tiro dal limite che termina alto. Al 4′ un tiro cross dalla sinistra di Gobbi impegna Handanovic in una difficile deviazione. Al 6′ ci prova Giovinco ma il suo sinistro termina sopra la traversa.
Al 22′ punizione di Giovinco da 20 metri, la palla è diretta sotto l’incrocio dei pali ma Handanovic vola e devia in angolo. Al 23′ la svolta: Giovinco penetra in area dalla sinistra ma poco prima di calciare in porta viene atterrato da una scivolata scellerata di Benatia; rigore netto. Sul dischetto si presenta Crespo, tiro angolato e gol dell’1-0.
L’Udinese reagisce al 26′ con un tiro a filo d’erba di Floro Flores che costringe Mirante a deviare in angolo. Il ritmo della partita subisce una brusca frenata e le due squadre fanno fatica ad attaccare gli spazi. Al 33′ Candreva innesca Crespo, diagonale forte e preciso, Handanovic para sul primo palo.
Quando il primo tempo sembrava avviarsi alla conclusione Di natale, al 35′, si inventa una punizione spettacolare dal limite che aggira la barriera e si infila alle spalle di Mirante. E’ il gol dell’1-1 che chiude il primo tempo.

Secondo tempo. La ripresa è la brutta copia dei primi 45 minuti. Il Parma perde brillantezza e in difesa corre troppi rischi. L’Udinese, invece, è più intraprendente. Eppur e è il Parma a trovare il gol grazie ad uno schema super collaudato: cross dalla destra di Angelo, colpo di testa vincente di Crespo. E’ 2-1, per l’argentino è la seconda doppietta consecutiva. Il gol galvanizza il Tardini e tutta la squadra che ora gioca in scioltezza.
Al 33′ Lucarelli sbaglia un rinvio, il pallone colpisce Paletta e favorisce Di Natale che si presenta a tu per tu con Mirante ma si fa parare il tiro rasoterra. Al 40′ punizione di Di Natale, colpo di testa in tuffo di Domizzi e palla sul palo. I friulani hanno il piede schiacciato sull’acceleratore, il Parma è arroccato nella propria metà campo.
Al 49′ brivido in area del Parma: dopo una serie di rimpalli la palla finisce a Floro Flores, il quale è appostato a due passi dalla porta ma perde tempo e viene anticipato da Paletta. E’ l’ultimo brivido di una gara tirata e combattuta fino all’ultimo secondo.

PARMA – UDINESE 2 – 1
Reti
: 23′ Crespo (rig.), 35′ Di Natale; st 10′ Crespo

PARMA (4-3-3): Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Gobbi; Valiani, Dzemaili, Candreva (32′ st Morrone); Angelo, Crespo (14′ st Bojinov), Giovinco (35′ st Paci).
A disposizione: Pavarini, Dellafiore, Pisano, Ze Eduardo. All. Marino

UDINESE (3-5-2): Handanovic; Benatia, Zapata, Domizzi; Isla (26′ st Denis), Inler, Pinzi (40′ st Corradi), Asamoah, Armero; Floro Flores, Di Natale.
A disposizione: Belardi, Coda, Pasquale, Badu, Sanchez. All. Guidolin

Arbitro: Celi di Campobasso
Note: cielo coperto, terreno in buone condizioni. Spettatori 12.267 per un incasso di 113.184,70 euro. In tribuna il Ct della Nazionale Cesare Prandelli. Ammoniti Valiani, Domizzi e Zapata. Angoli 7-6 per l’Udinese. Recupero: 0′ pt; 5′ st.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A