Connect with us
 

Calcio Serie A

Futuro Parma: due cordate al lavoro

Futuro Parma: due cordate al lavoro

Il termine ultimo per presentare la domanda di iscrizione al prossimo campionato (serie D?) scade il 6 luglio alle ore 14. I tempi sono strettissimi ma per fortuna ci sono due distinte cordate al lavoro per cercare di dare un futuro al Parma, seppur tra i dilettanti (aspettando notizie su un possibile ripescaggio in Lega Pro). Diversi i nodi da sciogliere: i costi elevati dello stadio Tardini (Colorno o Noceto le possibili destinazioni), il futuro allenatore (Fausto Pizzi è in pole position), la squadra da costruire per la prossima stagione (serve un direttore sportivo esperto per la categoria), il centro sportivo di Collecchio (attualmente all’asta) e infine la riorganizzazione del settore giovanile.
La cordata parmigiana guidata da Giorgio Orlandini, che da tempo sta lavorando a questa ipotesi, ha individuato in Nevio Scala la figura per ricoprire il ruolo di presidente; l’ex tecnico crociato ha già dato la sua disponibilità. L’investimento iniziale della cordata parmigiana dovrebbe aggirarsi intorno a 1,5 milioni di euro.
Nelle ultime ore, però, è tornato alla carica anche Giuseppe Corrado e la sua cordata. L’ad di The Space Cinema, ha fatto sapere di essere pronto a rivedere i propri piani e a guidare il Parma in una pronta risalita nel calcio che conta. Tutto dipenderà dalla volontà dei tifosi, ha spiegato Corrado in un’intervista a Parmafanzine. In questo caso gli investimenti iniziali sarebbero ben superiori rispetto alla cordata parmigiana. (Vittorio Primiceri)

(Nella foto mister Fausto Pizzi, possibile nuovo allenatore del Parma)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A