Connect with us

Calcio Serie A

Verso Lazio-Parma, Donadoni: “Retrocessione? Per me non cambia nulla”

Verso Lazio-Parma, Donadoni: “Retrocessione? Per me non cambia nulla”

Donadoni tra passato e presente. Da una parte la Lazio (il club con cui ha trattato in estate) e dall’altra il Parma con tutti i suoi problemi societari, ma anche con quella buona dose di sfrontatezza che rende il cmapionato imprevedibile. Donadoni contro Pioli, anche qui passato e presente, come le tante sfide profumate d’Europa che hanno reso celebre la storia di entrambe i club. Dentro al calderone anche la possibilità che la partita di domani sancisca la retrocessione matematica dei crociati. Ecco le parole di Roberto Donadoni in conferneza stampa raccolte da Sportparma:

STRISCIA POSITIVA: “Mi interessa solo domani con la Lazio, il resto mi interessa fino a un certo punto perchè non posso determinare nulla. Mi preme mettere in campo con la Lazio una formazione che sia all’altezza e continuare questa striscia positiva”

EMERGENZA IN DIFESA: “Ancora devo fare valutazioni anche di altri giocatori in riferimento alla formazione di domani. Feddal e Costa hanno dimostrato in queste ultime gare di essere una componente importante di questa squadra e di dare garanzie al di là del risultato. La difesa in questo ultimo periodo ha dimostrato solidità e questo deve far capire anche a chi ha giocato meno l’importanza di avere un certo tipo di atteggiamento. Poi domani vedremo che tipo di schieramento adottare a seconda della gara e dell’avversario”

RISCHIO RETROCESSIONE MATEMATICA: “Per me non cambia nulla, vedremo se dal punto di vista psicologico potrà avere ripercussioni cammin facendo”

BELFODIL: “Si affida ancora molto alle sue capacità e poco ai compagni che ha intorno e al movimento della palla. Deve imparare soprattutto ad essere in grado di uscire dalle situazioni non soltanto grazie al dribbling, ma con lo smarcamento giusto ed i movimenti senza palla”

LILA: ” Lila ha uno spirito combattivo sopra la media ma deve imparare a gestirlo anche in base alle zone del campo in cui si trova”

LAZIO? NESSUN RIMPIANTO: “Non vivo a ritroso e non condivido chi dice che vorrebbe già essere al 31 maggio. Vorrebbe dire saltare un mese di vita mentre bisogna sapere affrontare i vari momenti che si presentano e le positività e le negatività soltanto il tempo dirà come le hai vissute e come le hai utilizzate affinchè ti possano dare dei vantaggi. La Lazio è una possibilità che si era aperta e chiusa immediatamente e quindi andiamo avanti”

IL VALORE DELL’AVVERSARIO: “La Lazio ha una rosa importante di cui va dato atto al presidente Lotito, fatta con giovani di grandi prospettiva, un bacino importante da cui attingere. La squadra ha fatto fin qui un assolutamente meritato. Oltre ad una rosa importante ha un tecnico validissimo”

VIOLENZA DENTRO E FUORI GLI STADI: “E’ un cattivo esempio e basta, non credo che la pubblicità o l’interesse di qualcuno verso il Parma dipenda da questo. Sicuramente p diseducativo, ma ce ne sono tanti di esempi. Dagli atteggiamnti dei protagonisti in campo, al di fuori, sugli spalti, per come si raccontano le cose, per cose le si mettono a conoscenza del pubblico; a volte con faziosità, cercando di aggiustare o mistificare realtà differenti dalla propria; lo trovo di cattivo gusto. Tutti abbiamo delle responsabilità, a partire dal sottoscritto, tutti dobbiamo sdare il nostro contributo. Quando succedono queste cose si punta il dito contro Caio e Sempronio e si guarda poco nel proprio oritcello, capendo quello che va fatto per migliorare”.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA