Connect with us

Parma Calcio

COMMENTO: sconfitta e 14° posto, il Parma chiude a testa alta

COMMENTO: sconfitta e 14° posto, il Parma chiude a testa alta

Il Parma partecipa al De Rossi day ma non lo fa passivamente, anzi, ha provato a rovinare la festa fino all’ultimo. Il gol dell’1-1 dell’ex Gervinho (81’), con conseguenti scuse al popolo giallorosso, sembrava il giusto premio per un Parma volenteroso, pieno di infortuni e novità (Frattali, Dezi, Gobbi, Machin), che ha giocato con la testa libera da pensieri e pressioni. Il degno finale di una stagione da incorniciare, il riassunto perfetto degli ultimi 10 mesi: difesa organizzatissima, ripartenze e – appunto – gol di Gervinho. L’essenza del calcio “D’Aversiano”.

Poi il gol di Perotti allo scadere ha riscritto il finale della sfida dell’Olimpico, preparando l’ambiente al commovente e vibrante saluto finale che tutto lo stadio Olimpico ha tributato a capitan De Rossi, 616 presenze con la maglia giallorossa. Un’istituzione. Una bandiera.

I verdetti erano già scritti: Parma salvo e Roma in Europa League. Definire positivo il bilancio finale dei crociati è riduttivo, perché questa salvezza vale quanto uno scudetto. Un’impresa, indipendentemente da tutto, critiche e mugugni vari compresi. I numeri non tradiscono: 14esimo posto in classifica; 41 punti totali (10 vittorie, 11 pareggi, 17 sconfitte); 41 gol fatti e 61 subiti. Lo stesso rendimento di Cagliari e Fiorentina (41 punti), due società che in estate hanno speso molto di più e hanno un monte ingaggi superiore. Tra l’altro, il Parma è l’unica delle tre neopromosse a salvarsi. A proposito: un inchino all’Empoli per il coraggio e il gioco che ha fatto vedere, è una retrocessione amarissima e immeritata.

Torniamo alla serata dell’Olimpico che ha regalato molte emozioni e considerazioni, oltre a De Rossi: le lacrime dell’ex Ranieri, la grinta di D’Aversa a salvezza acquisita, gli esordi positivi di Frattali (romano doc e amico di famiglia di De Rossi) e Dezi (finalmente), oltre al 20enne Diakhate nel finale, per finire con l’assist di Machin.

The End. Ora il Parma andrà in vacanza e lascerà il campo al calciomercato, ai rinnovi, agli addii e alle manovre societarie. Un vortice di voci che ci accompagnerà per tutta l’estate, pioggia permettendo.

 

(Foto Parma Calcio 1913)

 

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Parma Calcio

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi