SEGUICI SUI SOCIAL

Parma Calcio

D’Aversa, avanti col 4-3-3: “Con l’Entella inizia un trittico fondamentale”

D’Aversa, avanti col 4-3-3: “Con l’Entella inizia un trittico fondamentale”

Vigilia di Parma-Entella e, come consuetudine vuole, oggi a Collecchio ha parlato il tecnico della formazione crociata, Roberto D’Aversa. Il momento è delicato, la sconfitta contro il Pescara brucia ancora. Quella di domani è la prima di tre partite in una settimana, è giunto il momento di dare una svolta, o quanto meno un segnale di ripresa (In primi gli attaccanti), iniziando dal Tardini dove non si vince da fine agosto, cioè dalla prima di campionato.
Ecco le parole del tecnico:

LA RABBIA: “Noi dobbiamo trasportare la rabbia per la sconfitta immeritata con il Pescara sul campo, per portare a casa il risultato pieno”.

L’ENTELLA: “L’ultima sconfitta dell’Entella è stata immeritata, sono andati sotto con il doppio svantaggio nel primo tempo, poi però nel secondo se c’era una squadra che meritava era l’Entella”.

LE SCELTE: “Quando si fanno delle scelte (di formazione) Si considera la condizione fisica, si considera l’aspetto psicologico di e dare continuità a giocatori che vengono da un percorso diverso. Insomma, si cerca di pensare a tutto, l’allenatore cerca di fare scelte logiche. In Italia ci sentiamo un po’ tutti allenatori post-gara, sarebbe utile, per far capire le idee di un tecnico, e che non dipende tutto solo dal sistema di gioco. Ora che siamo in un momento di difficoltà c’è più bisogno di compattare l’ambiente”.

CERAVOLO C’E‘: “Questa settimana ha lavorato con continuità, è a disposizione e bisogna considerare che ci sono due gare ravvicinate, questa e quella di martedì contro il Foggia, pensiamo a mettere in campo la migliore formazione possibile

IL SISTEMA DI GIOCO: “Dobbiamo andare in campo sereni ma allo stesso tempo determinati per fare in modo che gli episodi siano dalla nostra parte. Non credo sia un problema di sistema di gioco, la differenza la fa l’interpretazione della partita”.

INIZIA IL TRITTICO: “I ragazzi vorrebbero dare soddisfazione al proprio pubblico, stiamo facendo più risultati fuori casa e a volte quando vuoi qualcosa a tutti costi rischi di non essere lucido e spazientirti. Vincere deve essere il nostro primo obiettivo, per me ogni partita è importante: per la squadra sono tre partite fondamentali per capire che tipo di campionato vogliamo fare quest’anno”.

GLI ATTACCANTI: “Sono straconvinto del potenziale che abbiamo, soprattutto degli attaccanti che ultimamente sono soggetti a critiche: dobbiamo fare di tutto per cambiare le cose”.

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Parma Calcio