Connect with us

Parma Calcio

D’AVERSA: “Noi e il Foggia siamo simili. Dobbiamo ragionare da squadra matura”

D’AVERSA: “Noi e il Foggia siamo simili. Dobbiamo ragionare da squadra matura”

La festa post Entella è già finita, domani si torna in campo, a Foggia. La sfida tra neopromosse e dei 4-3-3, il modulo prediletto da D’Aversa e Stroppa. Nella tarda mattinata, poco prima della partenza in treno per la Puglia, il tecnico crociato ha parlato con la stampa della partita dello Zaccheria.
Si parte dall’ultima vittoria di sabato: “Siamo cresciuti nel gioco, portando a casa la vittoria meritatamente – attacca D’Aversa -. Una vittoria che ci dà serenità. Una vittoria che ci ha imparato come gli episodi dobbiamo andare a ricercarli”.
Mancheranno Ceravolo (l’esito degli esami si conoscerà nel pomeriggio) e Di Cesare, un dato di fatto: “Dispiace, è giocatore un importante su cui facevamo affidamento. Ma in quel ruolo ho altre alternative: Calaiò, Nocciolini o Frediani”.

Nell’ultimo turno di campionato (a Cesena) il Foggia ha subito l’ennesima rimonta. Un segnale importante su cui costruire la gara di domani: “Dobbiamo essere pronti ad una partita di sofferenza. Lo Zaccheria è un campo importante, pubblico numeroso; noi dobbiamo ragionare da squadra matura. Possiamo metterli in difficoltà, abbiamo le caratteristiche per farlo. Loro partono forte, soprattutto in casa, dovremo essere bravi a fare entrambe le fasi, sfruttando i loro difetti. Fanno un bel calcio, ma hanno anche subito diversi gol”.

Il turnover è una scelta già preventivata, vedi le novità di formazione contro l’Entella, anche se D’Aversa non fa anticipazioni: “Farò delle scelte pensando solo al Foggia e non alle prossime partite; comunque, potrebbe esserci qualche cambiamento, ho una rosa importante”.
A confortare il tecnico, oltre all’ultima vittoria, è la tenuta fisica del Parma, che spesso finisce le partite in crescendo: “Lo si è visto anche contro Pescara e Salernitana, dove la squadra ha retto anche in doppia inferiorità numerica. Sì, la condizione fisica è buona”.

D’Aversa e Stroppa, sarà la sfida del 4-3-3: “In fase difensiva e offensiva siamo molto simili come squadre, anche che se tutto dipende dalle caratteristiche dei giocatori”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti

Commenti Recenti

Altro in Parma Calcio