© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Parma Calcio

D’AVERSA: «Meritavamo qualcosa in più». DI CARLO: «Pareggio che ci fa crescere»

D’AVERSA: «Meritavamo qualcosa in più». DI CARLO: «Pareggio che ci fa crescere»

Le impressioni a caldo dalla sala stampa dello stadio Tardini dei due allenatori di Parma e Chievo (1-1), D’Aversa e Di Carlo, oltre a Gagliolo e Sprocati.

D’AVERSA: “Sotto l’aspetto delle occasioni avremmo meritato qualcosina in più. Sapevamo che avremmo sfidato una squadra ritrovata sotto l’aspetto fisico-mentale, che ha pareggiato a Napoli e facendo bene in casa contro la Lazio. Non era semplice riprendere questa gara e faccio un plauso a questi ragazzi. Sotto l’aspetto dell’impegno non posso rimproverare niente. Sotto l’aspetto della determinazione soprattutto nel primo tempo qualcosa è mancata, ma nel complesso sono soddisfatto.
Inglese ha avuto un’occasione clamorosa e in un’altra circostanza se fosse stato più malizioso probabilmente avremmo avuto un rigore ma questo sottolinea l’atteggiamento dei calciatori che cercano di non prendere in giro la terna arbitrale.
Con il passare dei minuti, se si ragiona anche sul fatto che è stato subito un gol dopo un minuto, abbiamo giocato specialmente nella ripresa nella loro metà campo.
La vittoria ci avrebbero fatto fare un balzo in avanti verso il nostro obiettivo. Bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno, è stato guadagnato un punto sulla terzultima in classifica (Bologna ndr.) e ora pensiamo alla trasferta di domenica.
Bruno Alves ha avuto un indurimento al polpaccio già in settimana, questo rappresenta quanto i ragazzi siano molto legati a questi colori. Oggi è sceso in campo e stretto i denti finché ce l’ha fatta, facendo anche un grandissimo gol su punizione. Sono contento per lui come persona e anche a livello di squadra, portando a casa un risultato positivo. Di Gaudio rientrava da un infortunio, da un lungo periodo. Biabiany sfrutta meglio le sue qualità a campo aperto. Siligardi rientrava anche lui da un infortunio, abbiamo pensato di portarlo in panchina e metterlo nel caso in cui ce ne fosse stato bisogno perché non era nelle condizioni di partire dall’inizio. Vorrei spendere due parole per Sprocati, che ha qualità importanti: deve credere di più in sé stesso, oggi è entrato bene. Deve giocare con la stessa personalità con cui affrontava il campionato lo scorso anno. Ci sono tante cose positive nonostante comunque non abbiamo portato a casa la vittoria.
Sono molto felice per l’atteggiamento dei tifosi, perché hanno capito il tipo di campionato che dobbiamo affrontare. I risultati per adesso ci stanno dando ragione, stiamo soffrendo meno se si analizza la classifica”.

GAGLIOLO: “Siamo andati in svantaggio per un’occasione abbastanza fortunosa loro, poi siamo stati bravi a rimetterla in piedi. Penso che avremmo meritato di vincerla ma a volte le partite non vanno come vogliamo. Penso che non ci sia mai stata partita. Hanno avuto la fortuna di fare gol su un doppio tiro sbagliato. Abbiamo avuto le nostre occasioni ma purtroppo non siamo riusciti a vincere. Il nostro obiettivo sicuramente rimane sempre la salvezza, la cosa più importante è non perdere con quelle dietro per avere anche il vantaggio degli scontri diretti. Adesso abbiamo 21 punti, ce ne mancano 19 per raggiungere la salvezza.
Il gol del Chievo non l’ho ancora rivisto, mi hanno detto che Stepinski era al di là di me e Bastoni ma il piede di Iacoponi lo teneva in gioco perché era in copertura sul tiro di Pellissier. Ci dispiace tantissimo per gli infortuni, mandiamo un grande in bocca al lupo ad Alberto sperando che torni presto. Gervinho ha un problema muscolare e tornerà al più presto”.

SPROCATI: “Abbiamo tanto rammarico. Abbiamo cercato sino all’ultima azione di portare a casa questa partita. Purtroppo, non ci siamo riusciti. A questa squadra, però, ci sono da fare soltanto i complimenti. Il pubblico lo ha capito. Sono soddisfatto di aver giocato. Spero di cominciare a fare qualche minuto come oggi. Sono contento della mia prestazione, anche se secondo me potevo fare un po’ di più. Peccato per il palo colpito da Inglese. Ormai é andata così, guardiamo avanti. Il nostro obiettivo é sempre lo stesso: cercare di raggiungere la salvezza il prima possibile. La nostra forza é non mollare mai, come abbiamo dimostrato anche oggi. E’ il nostro segreto. Ora c’è la trasferta di Genova contro la Sampdoria. La prepareremo come tutte le altre, con tranquillità e serenità. Sapendo che possiamo fare tre punti anche a Genova”.

DI CARLO: “Abbiamo affrontato questa gara con grande coraggio di voler andare nella metà campo avversaria per metterli in difficoltà. Nei primi minuti abbiamo sbagliato molto, ci siamo allungati poi abbiamo creato diverse occasioni, il Chievo deve essere più convinto ma l’atteggiamento lo abbiamo messo, in 10 abbiamo sofferto ma di squadra e fino a quando è così va bene. E’ un pareggio che ci aiuterà a crescere.
C’è tanto lavoro da fare, C’è da tanto da lavorare e se pensiamo a solo noi stessi potremo fare un buon cammino, per ora senza guardare la classifica. La prima vittoria arriverà”.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Parma Calcio