Connect with us

Parma Calcio

D’Aversa: “Dominato tutto il primo tempo”. Nocciolini: “Abbiamo pagato l’espulsione”. Inzaghi: “Pareggio giustissimo”

D’Aversa: “Dominato tutto il primo tempo”. Nocciolini: “Abbiamo pagato l’espulsione”. Inzaghi: “Pareggio giustissimo”

Le parole dei protagonisti al termine di Venezia-Parma. C’è rammarico nella parole di Baraye e Nocciolini, gli autori dei gol che avevano illuso il Parma.

D’AVERSA: “Per come si era messa la partita, un po’ di rammarico c’è. Devo dire, però, che sono contento della prestazione dei miei ragazzi, perché penso che, finché il Parma è rimasto in undici, non ci sia stata partita. Gli episodi ci sono stati un po’ sfavorevoli. Nella ripresa è stata una gara di sofferenza. I ragazzi sono stati bravi comunque a portare a casa il risultato. Io parlo di episodi in generale, non mi piace parlare degli arbitri. Siamo partiti, in fase difensiva, con un 4-4-2. Questa squadra ha dimostrato di adattarsi a qualsiasi sistema di gioco, ma, come ho detto più volte, l’importante è l’atteggiamento. Nel secondo tempo, è venuta fuori una squadra forte, perché il Venezia, comunque, è stato costruito in maniera eccellente. Per tutto il resto, devo fare solo i complimenti ai miei ragazzi, sia per la qualità del primo tempo che per il sacrificio messo in campo nella ripresa. Nel primo tempo c’è stato magari qualche errore tecnico, avremmo potuto approfittare di qualche contropiede. Non mi sento, però, di rimproverare nulla ai ragazzi, se non di aver commesso qualche errore di inesperienza. E’ chiaro che un po’ di rammarico c’è, ma deve sparire. Dobbiamo ripartire da una cosa evidente: noi oggi siamo venuti qui a fare la partita e a dominare per tutto il primo tempo. In dieci, ho scelto di lasciare solo Calaiò davanti per le caratteristiche del Venezia. Bisognava chiudere i rifornimenti pericolosi sulle fasce. Avrei dovuto fare due cambi nell’arco del primo tempo, ma non potevo avere la certezza che tutti arrivassero alla fine. Consideriamo che Lucarelli e Saporetti rientravano dall’infortunio. Il terzo cambio, infatti, l’ho tenuto fino alla fine, anche perché Mazzocchi aveva i crampi, in più non sapevo se Munari riusciva ad arrivare fino alla fine. Il mercato? Nel momento in cui va via un giocatore importante (Evacuo ndr.), mi aspetto che la società operi per prenderne uno altrettanto importante. In ogni caso, io penso a lavorare col materiale che ho a disposizione”.

BARAYE: “Poteva andar meglio, abbiamo fatto una buona partita. Il rosso di Canini ha cambiato tutto, ma il campionato è ancora lungo e non finisce oggi. Noi dobbiamo dare il massimo in ogni allenamento. Poi, continueremo per la nostra strada, a prescindere da chi incontreremo. Sono contento quando faccio gol ma preferivo vincere. L’arbitro non ci ha aiutato con molte sue scelte, ma ora non voglio parlare, tanto la partita è finita. C’è rammarico, perchè volevamo vincere. Il Venezia, poi ci fa gol sempre all’ultimo anche se stavolta si è pareggiato. Ho sempre detto che posso fare tanti ruoli, ma da seconda punta mi trovo bene e si vede anche in campo. Sto facendo bene anche da esterno, ma è merito anche di Calaiò, giocatore di altro livello. Cerco di fare tutto anche gli assist, giocare con lui è più facile. Sono sceso io, dopo l’espulsione di Canini, perchè il mister ha fatto una scelta per il bene della squadra”.

NOCCIOLINI: “Abbiamo pagato l’espulsione, perché abbiamo sofferto nel secondo tempo. Dopo l’espulsione di Canini sul 2-0 per noi, abbiamo provato a tenere il risultato fino all’ultimo. Abbiamo un po’ sofferto con l’uomo in meno, ma purtroppo il calcio è così. Siamo stati puniti, anche se siamo stati bravi a limitare le discese degli avversari. Il mio è stato un buon rientro, ma poteva andare meglio. Preferivo i tre punti, sinceramente. Loro sono stati bravi a cercare e trovare il pari. Sapevamo che era una gara di sacrificio, l’avevamo preparata in questo modo. Siamo stati bravi a limitarli il più possibile, poi con l’espulsione si è vista un’altra partita. Forse potevamo essere un po’ più lucidi nel secondo tempo, tenendo di più la palla. Non era facile, però, con l’uomo in meno. L’importante, comunque, era fare risultato. Ci teniamo questo punto, consapevoli di essere una grande squadra che ha messo in difficoltà la prima in classifica”.

INZAGHI: “Credo che il pareggio sia giustissimo e forse avremmo meritato anche di vincere. Abbiamo affrontato due avversarie di grandissimo livello come Reggiana e Parma e abbiamo preso quattro punti. Il Parma ha un centrocampo fantastico che potrebbe non sfigurare anche in serie A, ma noi siamo stati bravi a crederci e recuperare lo svantaggio. I ragazzi sono stati premiati, in superiorità numerica si sono aperti degli spazi e abbiamo colpito. Mercato? La società mi ha già accontentato”.

 

(Vittorio Pimiceri)

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Parma Calcio

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi