Connect with us

Parma Calcio

Fronte opposto: mercato e vittorie, un nuovo Foggia

Fronte opposto: mercato e vittorie, un nuovo Foggia

Al Tardini domenica ci sarà il Foggia a contendere i tre punti ai ducali e l’obiettivo è quello di replicare la vittoria ottenuta in terra pugliese. La squadra allenata da Stroppa è tra quelle che sta più sorprendendo nel girone di ritorno, sebbene la società sia stata commissariata per 6 mesi e il presidente si trovi in carcere. Nelle ultime otto partite è stata capace di portare a casa ben sei vittorie, riuscendo a recuperare ben 7 punti nel confronto diretto con il Parma e a portarsi quindi a -3 dalla zona play-off. Spettatori ospiti previsti: 2500, il Tardini sarà rovente.

LA SQUADRA – Galvanizzati soprattutto da un brillante mercato di riparazione, i pugliesi hanno saputo valorizzare al meglio le qualità dei nuovi arrivati e combinarle con i punti di forza degli altri giocatori. I pericoli più grandi potrebbero arrivare soprattutto da Oliver Kragl (5 reti e 2 assist dal suo arrivo) e Fabio Mazzeo (12 gol e 7 assist in stagione): il primo è dotato di un’ottima visione di gioco, grande velocità con la palla tra i piedi e una gran botta dalla distanza; l’altro ha ampiamente dimostrato l’ottimo senso del gol e le qualità di posizionamento sui calci piazzati. Se riusciranno a neutralizzare e isolare questi due, gli uomini di D’Aversa avranno fatto buona parte del lavoro sporco.

L’ALLENATORE – Giovanni Stroppa, secondo anno al Foggia, chiede molto ai suoi in termini di controllo della partita, vuole schiacciare gli avversari nella propria metà campo e bloccare sul nascere i tentativi di ripartenza. Per queste ragioni il modulo che ha da sempre utilizzato è il 4-3-3, che però, nel girone d’andata, ha messo in crisi la squadra, data la poca densità a centrocampo. Per queste ragioni ha saputo adattare il suo gioco al 3-5-2 che sta utilizzando da novembre a questa parte con grandi soddisfazioni. Quasi sicuramente schiererà con questo modulo il suo Foggia questa domenica.

I NUMERI – Stando alle statistiche per le partite giocate in casa, dovrebbe essere tutto facile per il Parma. Al Tardini, infatti, il Foggia non è mai riuscito ad imporsi sui ducali, sono 6 le vittorie, invece, per i gialloblù (l’ultima risalente al 1994 per 2-0 con reti di Dino Baggio e Fernando Couto) e 3 pareggi, con una differenza reti di +14 in favore del Parma (18f – 4s).

I TIFOSI: La tifoseria pugliese è rinomata per la sua passionalità e per il suo attaccamento alla squadra, tantè che il settore ospiti del Tardini è praticamente esaurito: 3.800 biglietti andati in fumo in pochi giorni.

 

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA