Connect with us

Parma Calcio

FRONTE OPPOSTO: Salernitana, problemi in difesa. Al Tardini zero vittorie

FRONTE OPPOSTO: Salernitana, problemi in difesa. Al Tardini zero vittorie

La Salernitana arriva dalla prima vittoria in campionato, conquistata in casa ai danni dello Spezia, che ha tolto la squadra allenata da Bollini dai bassifondi della classifica. Al Tardini (un tabù per i granata, mai nessuna vittoria nella storia) i campani saranno privi di Tuia e Bernardini, coppia centrale di difesa, entrambi infortunati.

L’AVVERSARIO – Con sette punti nelle prime sei giornate di campionato, la Salernitana ha dimostrato di saper tenere bene il campo anche con squadre che ambiscono ai piani alti della classifica (vedi Carpi), mancando però, in più di un’occasione, l’appuntamento con il gol a causa della poca cattiveria e lucidità in mezzo all’area. Un reparto, quello offensivo, uscito ridimensionato dal mercato estivo con le cessioni eccellenti di Coda e Donnaruma. Senza i due titolari infortunati, la difesa va spesso in affanno sulle palle alte, dove anche il portiere Radunovic si avventura in uscite a dir poco superficiali. Sarà compito, dunque, dell’ex Schiavi guidare la difesa campana.
Sul fronte d’attacco, occhio a Rodriguez, che recentemente ha steso lo Spezia, e all’asse Bocalon-Sprocati (i due giocano praticamente a memoria).

L’ALLENATORE – Alberto Bollini, classe 1966, al secondo anno alla Salernitana, è stato riconfermato dopo l’undicesimo posto della scorsa stagione. Solitamente schiera tre punte che fanno molto movimento, allo scopo di non dare alcun punto di riferimento alla difesa avversaria; molto movimento, dunque, in avanti che deve essere supportato da buoni palleggiatori, che all’occorrenza devono servire gli attaccanti con lanci lunghi a scavalcare il centrocampo. Ma con l’infortunio dei due centrali difensivi (Bernardini e Tuia, oltre a Ricci), il tecnico è costretto ad abbandonare il consueto 4-3-3 e a reinventare la difesa, come in occasione della gara contro lo Spezia quando è passato al 3-4-1-2.

I NUMERI – Le statistiche sono decisamente rosee per i ducali: una sola volta, infatti, la Salernitana è riuscita ad imporsi sul Parma (era il lontano 1949), ben 5 i pareggi e 4 vittorie per i crociati. Al Tardini, il Parma non è mai stato sconfitto dai granata: 1 vittoria e 4 pareggi è il bilancio finora.

 

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti

Commenti Recenti

Altro in Parma Calcio