SEGUICI SUI SOCIAL

Il Gede Risponde

GEDE: “Buona prestazione, ma il Parma si è svegliato tardi”

GEDE: “Buona prestazione, ma il Parma si è svegliato tardi”

Il pareggio del Parma a Palermo, con tanto di veleno nella coda, la serie B e la Nazionale di Ventura che non convince. Sono i principali temi toccati dal mister Pietro Gedeone Carmignani nel consueto appuntamento del lunedì di Sportparma, “Il Gede risponde”.

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto dopo l’-1-1 di Palermo?
“E’ stata una partita dai due volti, nel primo più Palermo, nel secondo è uscito il Parma. Ma va precisato che il Palermo era privo di 7 nazionali, una partita che non andava giocata. Detto questo, viste le occasioni create, il Parma meritava di vincere. Io sono soddisfatto della prestazione, perché vuol dire che la squadra c’è ed è in condizione. Bicchiere mezzo pieno”.

Ha capito perché l’arbitro ha annullato il secondo gol di Gagliolo?
“Io parto da un presupposto, che è inutile piangersi addosso, le decisioni a volte sono a favore e a volte contro. Sinceramente non ho capito neanche io perché è stato annullato. Rimaniamo sulla prestazione del Parma, buona, soprattutto nel secondo tempo. La squadra di D’Aversa è apparsa in una condizione fisica migliore rispetto alle ultime partite. Bella gara, con parecchie occasioni da una parte e dall’altra”.

Al netto di ogni discorso e polemica, resta il rammarico per non aver portato a casa tre punti che potevano far far un bel salto in avanti…
“La verità è che il Parma si è svegliato tardi, le occasioni più limpide per vincere le ha avute in pieno recupero. Per 90 minuti si è giocato in una certa maniera”.

Dalla prima all’ultima in classifica c’è un divario di soli 7 punti. Al momento è un campionato molto livellato…
“Il campionato di serie B è sempre stato incerto all’inizio. La Pro Vercelli, ad esempio, sembrava dovesse esonerare l’allenatore Grassadonia, poi ha fatto 10 gol in 2 partite (6 punti)”.

Ora il Parma avrà due turni casalinghi, contro Pescara e Entella. Ma visto l’andazzo tra le mura amiche c’è da preoccuparsi?
“Il Parma deve dare una svolta al Tardini, ma non di pende solo dalla squadra o dall’allenatore, perché al Tardini è facile trovare avversari che si difendono. Con 9-10 giocatori dietro la linea della palla. Col Pescara il problema non sussiste, Zeman non fa certo le barricate. Sarà una partita in cui ci saranno ampi spazi e il Parma dovrà essere bravo ad approfittarne”.

La Nazionale di Ventura continua ad essere al centro delle polemiche. C’è una via d’uscita, a parte la gara di stasera contro l’Albania?
“Non è il momento di fare promesse, ma è il tempo delle scuse. L’ultima prestazione contro la Macedonia è stata insufficiente. Si critica sempre il sistema di gioco, ma lasciamo perdere, bisogna fare di più in campo. I fischi dei tifosi dell’Olimpico di Torino sono scontati, perché tutti in campo pensavano fosse una passeggiata, ma nel calcio di oggi non esiste assolutamente. Bisogna rimboccarsi le maniche, allenatore, giocatori e staff. Bisogna fare di più. Non ci si deve lamentare. Contro l’Albania bisogna fare risultato e gioco. Quando giochi bene la gente lo capisce. Ma se non tira mai in porta è normale che arrivino i fischi e le polemiche. Infine, non è più il tempo degli esperimenti. Ventura deve mettere in campo i giocatori migliori, adattando il modulo alle loro caratteristiche”.

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Il Gede Risponde