Entra in contatto:

Parma Calcio

IACHINI: «Non giochiamo da tanto, mi aspetto una grande prestazione»

IACHINI: «Non giochiamo da tanto, mi aspetto una grande prestazione»

Dopo oltre un mese il Parma torna in campo, domani sera al Tardini contro il Frosinone dell’ex Morrone (vice allenatore). E’ il primo esame di maturità del nuovo anno il cui inizio si preannuncia scoppiettante e fondamentale per recuperare il ritardo in classifica.

In mattinata Beppe Iachini ha risposto alle domande dei giornalisti in video conferenza. C’eravamo anche noi di Sportparma. Ecco le parole del tecnico alla vigilia di Parma-Frosinone:

LA CONDIZIONE: “Finalmente si torna in campo, in questo periodo abbiamo lavorato un po’ su tutti gli aspetti, dovevamo mettere dentro benzina; la squadra ha rinunciato a giorni di ferie, siamo concentrati sulla gara di domani. La squadra sta bene, c’è stato solo qualche piccolo infortunio ma è superato. Dopo un mese senza partite sono curioso di capire come ripartiremo. Ma sono anche curioso di vedere cosa hanno recepito i ragazzi dopo quanto ci siamo detti”.

IL CALCIOMERCATO: “Lo avevo detto che sarebbe stato un mercato complicato. Ogni allenatore vorrebbe tutto e subito, per avere più tempo per lavorare. Quando sarà finito il mercato faremo il punto, ma sono convinto che la società abbia voglia di fare. L’obiettivo è quello di avere una squadra con giocatori intercambiabili, per non tirate il collo agli altri, anche considerando i tanti impegni ravvicinati e l’incognita Covid”.

IL FROSINONE: “E’ un avversario da rispettare, con allenatore che da un anno e mezzo sta facendo molto bene. Sono una squadra con giocatori importanti come Ciano, Charpentier e Novakovich. Abbiamo lavorato molto sulle due fasi. Sono convinto, domani faremo una grande prestazione”.

ESAME DI MATURITA’: “Dobbiamo prendere una partita per volta, come abbiamo detto prima dell’Alessandria. Dobbiamo migliorare nelle conoscenze, nel come prendere la partita, crescere sotto l’aspetto del ritmo. Tutto questo lo potremo commentare dopo la partita, ma sono sicuro che avremo una crescita costante. È la continuità di risultati che ti dà la vetta”.

MIHAILA, DOPPIO RUOLO: “E’ tornato a disposizione da circa 10 giorni, è tra i convocati. Lui è un giocatore che può essere utilizzato come attaccante e come esterno. Ha recuperato dall’infortunio, in questi giorni l’ho visto bene, è un giocatore offensivo, ha tecnica e velocità, può darci una mano”.

MAN E’ DISPONIBILE: “Si sta allenando al massimo come tutta la squadra. Ho parlato con lui singolarmente, sa che deve farsi trovare pronto in qualsiasi ruolo verrà utilizzato. Poi verificheremo se ci saranno delle situazioni di mercato, ma in questo momento sono tutti coinvolti”.

COVID, REGOLE ASSURDE: “Ci sono cose che non capisco: facciamo il vaccino, otteniamo il Green Pass ma non possiamo andare allo stadio. Se stai bene stai bene, se stai male stai a casa. La stessa cosa vale per le regole sul rinvio delle partite, cioè con 9 giocatori positivi non si gioca: e se mancano tre portieri chi gioca? Sono illogiche, assurde. Ci sono i controlli, le regole… se sto bene chi contagio? Non capisco. Lo dico per una regolarità del campionato, magari ho cinque malati e si negativizzano il giorno prima e devono andare in campo, non sono cose di logica e non le accetto. Io capisco quando non c’erano vaccini, ma ora sono penalizzati i tifosi perché non possono seguire la squadra, e poi noi, che in casa preferiamo avere i nostri tifosi e vogliamo riempire lo stadio”.

 

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA