Entra in contatto:

Parma Calcio

Il Parma fallisce l’esame di maturità, la Cremonese ne fa tre

Foto Parma Calcio 913

Il Parma fallisce l’esame di maturità, la Cremonese ne fa tre

Esame non superato. Il Parma torna da Cremona con una bocciatura che fa male, al netto delle assenze importanti (Buffon e Pandev su tutti) e di una prestazione che dal punto di vista del carattere non è stata inferiore all’avversario.

Vince la Cremonese 3-1 e vola momentaneamente in testa alla classifica di serie B. Per i crociati l’ennesima sconfitta contro una grande del campionato, un’altra occasione sprecata, forse una delle ultime, per dare una svolta alla propria stagione. Dopo 3 clean sheet consecutivi e 4 risultati utili di fila in trasferta, questa sera è la difesa a finire sul banco degli imputati, responsabile su tutti e tre i gol incassati da Colombi. Peccato, perché i numeri della sfida, compreso possesso palla e tiri in porta, sono tutti a favore dei gialloblù.
Ora la zona playoff è a 9 punti di distanza, un abisso.

LE SCELTE – Nessuna sorpresa dal punto di vista tattico, Parma col 3-5-2, Cremonese col 4-2-3-1. Tra assenze (Buffon, Cassata, Costa e Pandev) e squalifiche (Juric), Iachini disegna un Parma con diverse novità, tra cui il “redivivo” Tutino, oltre a Colubaly e alla conferma di Bernabè in regia. Sul fronte opposto, dopo la squalifica, Pecchia ritrova in difesa sia Okoli che Sernicola, in attacco parte Di Carmine (Ciofani in panchina). Il tecnico dei grigiorossi, però, perde subito Valzania (7’) per un brutta distorsione alla caviglia (dentro Zanimacchia).

LA TESTA DI BAEZ – Parte meglio il Parma, più cattivo e intraprendente, ma l’unica occasione che riesce a impacchettare è un colpo di testa centrale di Vazquez (12’), dopo un angolo di Bernabè. La Cremonese, dopo un vano tentativo di Di Carmine (colpo di testa fuori di molto), passa al secondo affondo (20’): tutto nasce da un rinvio errato di Danilo, la Cremonese recupera palla sulla trequarti e riparte, Zanimacchia arriva sul fondo e crossa alto, una parabola che inganna Osorio, sul secondo palo spunta Baez che di testa segna l’1-0.
Il Parma reagisce immediatamente e trova subito il gol con Benedyczak, ma viene annullato per un precedente fuorigioco di Tutino. Reazione che si affievolisce col passare dei minuti, anche per merito della Cremonese che esegue la fase difensiva in maniera impeccabile, grazie al pressing alto e alla fisicità di Okoli.
Eppure al 40’ i gialloblù hanno una grossa opportunità per pareggiare i conti: Vazquez innesca Tutino il quale entra in area e calcia in diagonale sul palo opposto, fuori di poco. Non succede nient’altro fino al duplice fischio dell’arbitro. Le statistiche dei primi 45’: possesso palla 40-60%, tiri in porta 1-1, cross 5-8, dribbling 2-16.

TRE MINUTI FATALI – Man al posto di Coulibaly, Ciofani per Di Carmine e Gondo per Rafia sono le novità di inizio ripresa. La partita è vivace e combattuta in ogni zona del campo. Il Parma è spesso nella metà campo avversaria e ha un giro palla più veloce rispetto al primo tempo, però è la Cremonese a costruire la prima occasione con un gran destro da fuori area di Gondo che sfiora il palo alla destra di Colombi. Il Parma risponde al 55’ con Benedyczak che protegge palla, si gira e calcia dal limite, palla sull’eterno della rete.
Le speranze dei crociati finiscono qui, perché nel giro di 3 minuti la Cremonese sferra un uno-due mortale: prima con un destro fulmineo del subentrato Gondo da 20 metri e poi con un destro di Zanimacchia che raccoglie un cross di Baez dalla sinistra e tutto solo firma il 3-0.
Invece di spegnersi la partita si accende perché il Parma continua a spingere: Vazquez scatta sul filo del fuorigioco, mette in mezzo per Simy che a porta vuota non sbaglia. Il gol rivitalizza i crociati che spingono decisi, attaccano gli spazi ed entrano in area con frequenza. La partita però resta chiusa a chiave: ci provano Vazquez due volte e Simy (errore davanti al portiere) prima del fischio finale. Una mazzata pesantissima per una scalata che diventa sempre più improbabile.
Le statistiche finali: possesso palla 33,3-66,7%, tiri in porta 3-5, tiri respinti 1-6, corner 3-5. cross 10-26.


CREMONESE – PARMA 3-1
Reti: 20’ Baez, 56’ Gondo, 59’ Zanimacchia, 61’ Simy

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Sernicola, Bianchetti, Okoli, Valeri; Castagnetti, Valzania (10’ pt Zanimacchia; 40’ st Strizzolo); Baez, Fagioli (20’ st Bartolomei), Rafia (1’ st Gondo); Di Carmine (1’ st Ciofani).
A disposizione: Sarr, Casasola, Ravanelli, Buonaiuto, Meroni, Gaetano, Ciezkowski. All Pecchia.
PARMA (3-5-2): Colombi; Osorio, Danilo, Cobbaut; Delprato (14’ st Correia), Sohm, Bernabè (31’ st Brunetta), Vazquez, Coulibaly (1’ st Man); Tutino (11’ st Simy), Benedyczak.
A disposizione: Turk, Balogh, Camara, Bonny, Circati, Oosterwolde, Rispoli. All. Iachini
ARBITRO: Cosso di Reggio Calabria
NOTE: spettatori 6mila circa (600 circa i tifosi del Parma nel settore ospiti). Ammoniti Fagioli, Coulibaly, Bernabè, Sohm, Brunetta, Pecchia. Recupero tempo: pt 1’, st 4’.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio