Entra in contatto:

Parma Calcio

Il Parma riparte da un nuovo tridente: Pederzoli, Notari e Pecchia

Il Parma riparte da un nuovo tridente: Pederzoli, Notari e Pecchia

L’addio di Javier Ribalta ha scatenato uno scossone all’interno delle stanze dei bottoni del Parma (leggi qui). Una scelta figlia di un lento logoramento nei rapporti tra il dirigente spagnolo e la famiglia Krause, fino alle dimissioni di ieri (la scelta di Pecchia non c’entra).

Dimissioni che, a quanto pare, non hanno colto impreparato il patron americano che nelle ultime ore, dopo una serie di telefonate e video call dagli Stati Uniti, ha dato “pieni poteri” al direttore sportivo Mauro Pederzoli (nella foto in alto) e al responsabile dell’Area Scouting Massimiliano Notari, quest’ultimo nel club crociato dal maggio dello scorso anno (voluto da Ribalta). Una figura “invisibile” ma con un passato importante al Milan e al Monaco, dove in 15 anni di carriera ha messo a segno importanti plusvalenze. Ed è il regista dell’arrivo a Parma di Benedyczak e Juric, oltre a poter contare su una rete scouting internazionale che continua a perlustrare il mercato europeo e sudamericano.

Spetterà a Pederzoli e Notari pianificare il mercato estivo (complicatissimo), compito che Pederzoli sta svolgendo da tempo, non a caso è stato uno degli “sponsor” di Fabio Pecchia, futuro allenatore del Parma; c’è l’intesa su tutto con l’ex allenatore della Cremonese, l’ufficialità arriverà a breve.

Tutto questo in attesa dell’ufficialità delle dimissioni di Ribalta: al momento, infatti, la società non ha emesso alcun comunicato.
Intanto il Parma 2022/‘23 prende forma, almeno per quanto riguarda il nuovo assetto dirigenziale e la nuova guida tecnica, a cui bisognerà aggiungere anche un nuovo responsabile del settore giovanile (orfano di Luca Piazzi), un nuovo managing director corporate e/o un nuovo amministratore delegato.

In attesa di capire se il posto rimasto vacante dopo le dimissioni di Ribalta sarà occupato da una nuova figura professionale (in queste ore si registrano diverse auto candidature), eventualmente da reperire attraverso il solito “casting” americano, oppure se la “promozione” di Pederzoli sarà definitiva, nel senso che sarà lui il responsabile dell’area tecnica, senza supervisori e direttori ulteriori, mantenendo in prima persona i rapporti con il presidente Krause, come è sempre avvenuto in questi mesi.
Il Parma, dunque, riparte da Pederzoli, Notari e Pecchia – una struttura più snella rispetto a quella della passata stagione -. E prova a spegnere il malcontento dilagante della piazza. Salvo sorprese e nuovi colpi di scena.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA