Entra in contatto:

Parma Calcio

La luce in fondo al tunnel, il Parma sbanca Cittadella (1-2)

Foto Parma Calcio 1913

La luce in fondo al tunnel, il Parma sbanca Cittadella (1-2)

La luce in fondo al tunnel. Al Tombolato di Cittadella il Parma torna ad assaporare il gusto dolcissimo dei tre punti, dopo un’astinenza lunga sei partite. Buffon para un rigore sullo 0-0, Vazquez e Benedyczak timbrano il cartellino due volte e i crociati finalmente danno un calcio alla crisi, confermando la tradizione favorevole a Cittadella (imbattuto). Merito anche della “rivoluzione” tattica messa in atto da Maresca che ha stravolto sistema di gioco e trovato di colpo equilibrio, qualità e carattere. Vittoria netta, anche se un rigore negli ultimi 10 minuti (il secondo), questa volta segnato da Baldini, ha incendiato il finale di partita.

DIFESA A TRE – E’ una serata di grandi cambiamenti per Maresca che per la prima volta passa alla difesa a tre (3-4-1-2) con Vazquez sulla trequarti alle spalle dell’inedita coppia. Man e Mihaila i grandi esclusi. L’obiettivo è irrobustire la difesa e rinforzare numericamente l’attacco.
Il Cittadella di Gorini risponde con il modulo 4-3-1-2: baricentro basso, pressing solo nella propria metà campo e ripartenze.

LE MAGIE DI BUFFON E VAZQUEZ – Come è spesso successo in questa stagione il Parma parte col singhiozzo, non a caso il primo quarto d’ora è tutto del Cittadella che impegna seriamente Buffon con un colpo di testa di Mazzocco e all’11 si guadagna un rigore che potrebbe spaccare la partita: Brunetta stende Mazzocco in area, sul dischetto va Antonucci ma il suo destro angolato viene respinto da un super Buffon.
E’ l’episodio che cambia la gara e scuote i crociati. Al primo vero affondo (22’) il Parma colpisce: punizione di Brunetta e colpo di testa in torsione di Vazquez, palla sul palo interno e poi in rete. Per l’italo-argentino è il quarto centro stagionale. Una luce che illumina la scena e scaccia la pura, perché da questo momento in poi il Parma non rischia più nulla, tenendo bene il campo grazie ai movimenti della coppia Tutino- Benedyczak e una difesa impeccabile.

IL SIGILLO DI BENEDYCZAK – La ripresa comincia con ritmi bassi, la difesa gialloblù non concede nulla, mentre il Cittadella non trova spazi dove sfondare. Al 59’ su un’azione di contropiede il Parma azzanna per la seconda volta il Cittadella: cross basso di Delprato, Benedyczak scatta sul filo del fuorigioco e davanti al portiere non sbaglia (secondo gol stagionale); gol confermato dopo una lunga consultazione al Var. Il polacco viene sommerso dagli abbracci di tutta la squadra, panchina compresa.
Il Cittadella, però, non è squadra che si arrende facilmente e testa bassa prova a tornare in gara, ci provano Baldini e Okwonkwo ma la mira è imprecisa. Al 78’ un colpo di testa centrale di Mazzocco.
Quando la partita sembrava chiusa a chiave in cassaforte, arriva l’episodio che riapre i giochi. Minuto 76’: Cobbaut colpisce il pallone col il braccio sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il Var richiama l’arbitro e dopo 3 minuti di consultazione Dionisi indica il dischetto. Calcia Baldini, Buffon intuisce di nuovo la traiettoria ma questa volta non può fare nulla. Gli ultimi 10 minuti più i 7 di recupero non regalano grandi emozioni particolari se non un sinistro da fuori area di Branca in pieno recupero che sfiora la traversa e un gol annullato a Inglese per fuorigioco.


CITTADELLA – PARMA 1-2
Reti: 23’ Vazquez, 59’ Benedyczak, 78’ Baldini rig.

CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati; Cassandro, Frare (40’ st Perticone), Adorni, Donnarumma; Mazzocco, Danzi (18’ st Vita), Branca; Antonucci (40’ st Tavernelli); Beretta (18’ st Baldini), Okwonkwo.
A disposizione: Maniero, Benedetti, Mattioli, Ciriello, D’Urso, Vita, Icardi, Mastrantoni, Cupponi. All. Gorini
PARMA (3-4-1-2): Buffon; Osorio, Danilo, Cobbaut; Delprato, Juric, Brunetta, Coulibaly (42’ st Busi); Vazquez (48’ st Sohm); Tutino (42’ st Inglese), Benedyczak (26’ st Mihaila).
A disposizione: Turk, Colombi, Balogh, Iacoponi, Traore, Bonny, Correia, Man. All. Maresca
ARBITRO: Dionisi di L’Aquila
NOTE: spettatori 6mila circa, in tribuna c’è anche il presidente Kyle Krause. Ammoniti Kastrati, Adorni, Cobbaut, Cassandro, D’Urso. Recupero tempo: pt 1’, st 7’.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA