Entra in contatto:

Parma Calcio

La storia della serie B “condanna” il Parma, serve un’impresa storica

La storia della serie B “condanna” il Parma, serve un’impresa storica

Nel nuovo secolo (anni 2000) nessuna squadra di serie B con 19 punti dopo 16 giornate di campionato è stata promossa in serie A a fine stagione.

Una statistica che pesa come un macigno sul Parma di Iachini che dopo il pareggio di Ascoli (0-0) staziona al 15° posto in classifica, con 19 punti (4 vittorie, 7 pareggi, 5 sconfitte).
Stando alla ricerca condotta da Sportparma.com sulle precedenti stagioni del campionato cadetto, mai nessuna squadra con l’attuale bottino dei crociati è poi riuscita, a fine stagione, ad andare in serie A.
Ci sono solo tre casi che possono essere presi come spunto e fonte ispirazione: stagione 2000-01, dopo 16 giornate il Torino aveva 22 punti, a fine campionato arrivò primo; stagione 2009-10, il Brescia aveva 21 punti (13°) e a fine stagione arrivò terzo dopo la vittoria dei playoff; stagione 2019-20, lo Spezia aveva 20 punti (playoff) e il Crotone 22 punti dopo 16 giornate, i calabresi erano addirittura a meno 1 dalla zona playout, ma a fine campionato entrambe le squadre vennero promosse in A.
I numeri e le statistiche suonano come una pericolosa sentenza per le speranze gialloblù, ma nel calcio i numeri e i record sono fatti per essere abbattuti.

Insomma, se il Parma crede ancora nella promozione in serie A (diretta o playoff), nelle restanti 22 partite che restano alla fine della stagione dovrà inserire il turbo e stabilire un nuovo record, andando oltre ogni statistica, superando tutti i limiti. Difficilissimo ma non impossibile, soprattutto per uno con il curriculum di Beppe Iachini.

Classifiche fornite da SofaScore LiveScore

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio