Entra in contatto:

Parma Calcio

Maresca al Parma con la “benedizione” di Guardiola

Maresca al Parma con la “benedizione” di Guardiola

L’imminente arrivo di Enzo Maresca sulla panchina del Parma (leggi qui) nasconde una storia di amicizie, scommesse vinte, telefonate e visioni comuni, con la figura di Pep Guardiola sullo sfondo.

Sì, proprio così. Solo pochi giorni fa il tecnico del Manchester City aveva sentenziato: “Sono felicissimo del lavoro svolto da Enzo Maresca nell’Under 23; ha contribuito a far crescere molti giocatori. Ho la sensazione che in futuro sarà un allenatore straordinario”.
Parole che Guardiola ha ripetuto più volte all’amico Mauro Pederzoli, il nuovo direttore sportivo del Parma, e al suo connazionale Javier Ribalta.

Ma torniamo a Pederzoli e Guardiola, perché i due sono legati da un legame profondo, tant’è che fu proprio il primo a portare il secondo in Italia. Anno 2001, dopo quasi 400 partite con la maglia del Barcellona, Pep accetta la sorprendente proposta del Brescia di Corioni, Mazzone, Baggio e – appunto – Pederzoli, all’epoca direttore sportivo delle Rondinelle. Un colpo sensazionale che segnò l’inizio di un’amicizia che dura ancora oggi, a distanza di 20 anni, malgrado le strade dei due non si siano mai più incrociate su un campo da calcio.
Ma non c’è solo il calcio, perchè entrambi sono legati a doppio filo a Barcellona, la città di Ribalta, dove hanno casa.
Su questo asse è nata la trattativa per portare Maresca sulla panchina del Parma. Per molti è una scommessa, per altri una scelta visionaria che proietta il club crociato nel futuro.
Al campo l’ardua sentenza, come sempre.

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio