Entra in contatto:

Parma Calcio

Notari si presenta: «Dobbiamo costruire una mentalità forte»

Notari si presenta: «Dobbiamo costruire una mentalità forte»

Si è svolta in mattina, presso lo stadio Tardini, la conferenza di presentazione di Mattia Notari, nuovo responsabile del settore giovanile crociato.

A fare gli onori di casa ci ha pensato il direttore sportivo Mauro Pederzoli il quale ha parlato del progetto giovani: “Mattia ha il compito di guidare un setotre chiave della nostra società. Sapete qual è la visione del nostro presidente, siamo una società che vuole arrivare a costruire giocatori nostri, del Parma, cresciuti nel Parma, con una nostra mentalità”.

Notari ha illustrato le sue linee guida: “I ragazzi che stanno crescendo nel settore giovanile non devono sentirsi arrivati dopo un allenamento con i grandi, dobbiamo costruire una mentalità forte partendo dalle radici e dall’aspetto umano; devono essere pronti a fare sacrifici. Questo dev’essere il punto di partenza in quello che sarà il nostro processo formativo, servirà pazienza, ma cercheremo di farlo il più in fretta possibile nel nostro progetto pluriennale. Krause è stato molto chiaro sin dall’inizio: i giovani saranno al centro del progetto Parma, oggi, domani e nel futuro”.

Tanti gli stranieri presenti nel settore giovanile del Parma e un po’ in tutta Italia (serie A e B): “A volte ci sono delle questioni tecniche e di opportunità. Spesso è più facile anche a livello economico, acquistare un ragazzo straniero, e queste sono riflessioni anche dal punto aziendale. Noi vogliamo giocatori forti, se saranno di Parma tanto meglio, è quello che auspichiamo tutti. L’importante sarà alzare il livello medio, cercheremo di valutare tutte le aree geografiche”.

Nessuna indicazione sulle scelte che riguardano la squadra Primavera: “Io preferisco non parlare di singoli e di eventuali conferme in periodo di calciomercato. Quando faremo le scelte definitive le renderemo note a tutti. Dovremo essere capaci di scindere il nostro settore giovanile in 3 aree come reclutamento, formazione e ambiente. Io cerco di portare la mia idea e la mia esperienza, ma dando grande importanza ai rapporti umani. Per me è una grande emozione essere qui, sono carico e pieno di entusiasmo”.

<

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio