Entra in contatto:

Parma Calcio

PAGELLE: Oosterwolde incontenibile, Valenti un muro

©Foto: Lorenzo Cattani

PAGELLE: Oosterwolde incontenibile, Valenti un muro

Le pagelle di Parma-Reggina (2-0) promuovono come migliori in campo dei crociati i difensori Valenti e Oosterwolde. Incoraggiante anche l’esordio di Corvi, sostituto dell’indisponibile Chichizola. Unica nota stonata Coulibaly. Ecco le pagelle di SportParma, a cura di Lorenzo Fava:

CORVI 6,5 Il portierino parmigiano, all’esordio in B, non si fa prendere dall’emozione e nel primo tempo para due volte: Fabbian lo “scalda”, Canotto lo mette alla prova. E lui non è impreparato. Nella ripresa è spettatore. Mezzo punto in più per aver retto la pressione.

DELPRATO 6 Distratto nel recupero del primo tempo, quando con il suo movimento cancella la diagonale difensiva e permette a Canotto di tirare in porta, facendo correre un brivido a Corvi. Ma è anche l’unica sbavatura di una partita diligente.

OSORIO 6 Ordinato, non sbaglia nulla o quasi e protegge sempre Corvi nelle uscite. Rende difficile la giornata a Menez e soci con la sua marcatura a uomo. Sicuro.

VALENTI 7 Non c’è che dire: un altro giocatore rispetto all’impetuoso “toro” dei due passati anni. In difesa è un muro che i reggini non riescono mai a valicare. E poi trova con un tap-in (da attaccante) il suo primo gol in Italia. Rigenerato.

OOSTERWOLDE 7 Nel primo tempo è sicuramente il migliore con un paio di apprezzabili sgroppate sulla sua corsia, su cui si consacra nella ripresa con un meraviglioso coast to coast che gli vale il primo gol a Parma. Per un attimo al “Tardini” non ha risuonato l’Aida di Verdi, ma la Cavalcata delle Walkirie di Wagner.

HAINAUT 6 Poco meno d’un’ora messa nelle gambe, ma con buone risposte fornite. Parte bene con un bell’affondo sulla destra e un delizioso cross raccolto di testa da Inglese, ma spedito alto. Piacevole scoperta, sarà utile alla causa.
(9′ st) Zagaritis 6 Inserito per contenere sulla fascia, rispetto a pieno i compiti assegnati.

ESTEVEZ 6 Contributo prezioso il suo a centrocampo, dove riesce a fungere da diga nonostante l’assenza del suo “socio” Juric. Non si vede tanto, ma la sua presenza si fa sentire.

COULIBALY 5 Inizia la partita in un ruolo non suo e non sulla sua fascia prediletta. Poco prima del 20′ Pecchia lo dirotterà a destra. Di fatto non lascia alcuna traccia, se non sullo stomaco del povero Cionek, cui rifila un’inutile “scarpata” meritevole l’ammonizione. Disordinato.
(1′ st) Bonny 5,5 Non convince né, prima, da seconda, né, poi, da centravanti.

VAZQUEZ 7 La giocata di prima che porta al gol del 2-0 vale il prezzo del biglietto. Maestro. Anche in un ruolo nuovo come quello sperimentato a centrocampo.
(43′ st) Sohm ng

BENEDYCZAK 5,5 Una sola possibilità di concludere a rete, di testa, non sfruttata. Nonostante la giornata avara di occasioni da rete, l”impressione è che vicino alla punta di riferimento sia più nel vivo del gioco. Ed esce tra gli applausi.
(9′ st) Ansaldi 6 Non si vede molto, ma è lui l’artefice dello schema sulla punizione del raddoppio. Poco, ma fatto bene.

INGLESE 6,5 Non è la giornata delle grandi occasioni, ma la classica partita “sporca” e in cui fare a sportellate. Ci riesce bene, soprattutto nella ripresa, quando conserva abilmente in diverse occasioni il possesso, permettendo alla squadra di salire e rifiatare.
(26′ st) Tutino 6,5 Entra e si rende subito protagonista dell’assist che vale il 2-0 di Valenti: più che un’intenzione il suo è un tiro sballato, ma va bene così. Asso nella manica.

All. PECCHIA 7,5 Questa è senz’altro la sua vittoria. Senza centrocampo e senza esterni, vince contro il collega Inzaghi con le cosiddette seconde linee, dando fiducia e venendo ripagato. Buona la mossa di Vazquez per dare più qualità alla mediana. Premiata anche l’insistenza di questi due mesi su elementi come Oosterwolde e Valenti, ora diventati centrali nel progetto.

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA