© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Parma Calcio

Empoli-Parma: 34 anni di amicizia e rispetto

Empoli-Parma: 34 anni di amicizia e rispetto

Amicizia e rispetto. Sono le fondamenta dello storico gemellaggio tra le tifoserie di Parma ed Empoli. Storia di un’amicizia lunga 34 anni. Sentimenti veri. Esempi virtuosi di un calcio d’altri tempi. Cartoline da spedire al mondo del pallone.
Tutto nacque al Tardini, in un pomeriggio di novembre (25 novembre 1984), dove la nebbia faceva da padrona. Condizioni che imperdirono ai tifosi empolesi di vedere il gol vittoria del loro attaccante, Gianfranco Cinello. A raccontarglielo furuno alcuni tifosi del Parma della curva Nord, a fine gara. Da quel racconto in poi, Boys 1977, Rangers e Desperados, non si sono più seprati.
E ogni qual volta Parma ed Empoli si affrontano in campo, fuori e sugli spalti è una festa continua. Aperitivi, pranzi, cene, fiumi di birra, cori e sbandierate.
Il rito si ripeterà anche sabato pomeriggio, in terra Toscana, allo stadio Castellani. Un legame indissolubile, fondato su principi che il calcio moderno ha smarrito da tempo.

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Sabato mattina, alle ore 10:30, si disputerà una partita amichevole tra le formazioni dei rispettivi gruppi ultras, i Desperados Empoli 1983 e i Boys Parma 1977, al campo sportivo di Cortenuova (in via Del Piano, all’isola Empoli, a un chilometro dall’uscita della strada di grande comunicazione FI-PI-LI). Seguirà un pranzo collettivo.
Al Castellani, poi, terminato il riscaldamento di Empoli e Parma, prima del fischio di inizio della gara di campionato, si rinnoverà il rito tanto amato: il giro delle bandiere.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Parma Calcio