Entra in contatto:

Parma Calcio

Parma, finalmente gli attaccanti: 4-0 alla Spal

Foto: Lorenzo Cattani

Parma, finalmente gli attaccanti: 4-0 alla Spal

Il Parma ritrova i tre punti e i gol degli attaccanti e fa suo il derby emiliano contro la Spal. Al “Tardini” è 4-0 il risultato finale, con due gol per tempo.

Una vittoria che consente alla squadra di Iachini di portarsi a quota 32 punti in classifica, ancora troppo pochi per poter pensare di riavvicinarsi alle  posizioni playoff. Ma, dopo il buon pari di Pisa, i segnali fornitivi con la prestazione odierna sono stati più che incoraggianti. Le note liete sono i gol ritrovati dagli attaccanti: Tutino (anche un assist per lui) e Benedyczak mordono e segnano. Peccato per l’infortunio occorso all’attaccante napoletano, uscito anzitempo per un guaio al ginocchio. Si spera non sia nulla di grave: ora che il Parma sembra essere sulla buona strada ci sarà bisogno anche del suo apporto nella lunga scalata al sogno playoff.

LA PRIMA VOLTA DI CIRCATI Nell’undici di partenza anti-Spal sono due in particolare le scelte a sorpresa di Iachini: Circati (e non Osorio o Balogh) in difesa e Tutino (stavolta preferito a Benedyczak e Bonny) in attacco. Buffon si riprende la porta, mentre a sinistra viene confermato a tutta fascia Man.

TUTI-GOL Subito uno spavento al 15′. Tanto per cambiare ci vuole la mano – anzi, il piede – di Buffon per evitare lo svantaggio immediato sul tap-in ravvicinato di Mancosu. Che brivido. Un minuto dopo, però, è la Spal a tremare: l’occasione capita al debuttante Circati che, di testa, svetta imperioso sul corner perfetto di Bernabé, pallone a lato di un’unghia.
Al 28′ si sblocca Tutino e si sblocca il match: il numero 9 crociato dopo aver centrato in pieno il palo sull’invitante assist di Man, raccoglie il tiro sbilenco di Simy girandolo alle spalle di Alfonso. 1-0 Parma e terza marcatura stagionale per Tutino, che pochi istanti dopo, al 33′, propizia pure il gol del raddoppio, servendo l’assist decisivo a Bernabé che da fuori area scaglia in fondo al sacco un mancino imparabile.
Il bellissimo primo tempo disputato da Tutino ha un epilogo infelice poco prima dell’intervallo: l’ex Salernitana resta a terra diversi minuti per un problema al ginocchio e chiama il cambio ancor prima del rientro negli spogliatoi. Entra Benek.

LE DELIZIE DI VAZQUEZ E BENEK Gli avvii di frazione dei crociati sono sempre una questione complicata. Anche al rientro in campo, infatti, ci vuole una prodezza di Buffon, chiamato dopo 4′ ad alzare sopra la traversa il tiro in corsa di Meccariello, sbucato alle spalle di un distratto Coulibaly, da poco entrato.
La partita si addormenta per qualche minuto, fino al 17′ quando ci pensano i due giocatori di maggior qualità a costruire il 3-0 del Parma: Man inventa, Vazquez s’inserisce e segna con un diagonale sul palo lontano. Nono gol in campionato per l’italo-argentino, di gran lunga il miglior marcatore dei crociati. Al 23′ va a segno anche Benedyczak (sesta rete in B per il polacco) che riceve la verticalizzazione di Coulibaly e, con un bel movimento, si smarca e trafigge Alfonso in uscita con un delizioso lob che gonfia la rete. 4-0, partita chiusa.
Venturato utilizza tutti e 5 i cambi e regala al parmigiano Luca Mora (classe ’88) la gioia di calcare per la prima volta l’erba del “Tardini”. Ed è proprio il centrocampista ex Crociati Noceto e Spezia a dare un segnale di vita, sfiorando il gol della bandiera con un colpo di testa in avvitamento che esce alla destra di Buffon al 26′. Ancora l solito Mora, in cerca della rete in patria, al 43′ con un bolide dal limite, sporcato in corner da Brunetta. Ma quest Spal è stata davvero poca cosa: non a caso, i 401 tifosi giunti da Ferrara, dopo alcuni fischi, hanno abbandonato a 5′ dal ter ne gli spalti in segno di protesta. Solo applausi invece per il Parma, finalmente una prova convincente e vincente.


PARMA – SPAL 4-0
Reti: pt 28′ Tutino, 33′ Bernabé; 17′ st Vazquez, 23′ Benedyczak

PARMA (3-5-2): Buffon; Delprato, Circati, Cobbaut; Rispoli (1′ st Coulibaly), Juric, Bernabè (25′ st Brunetta), Vazquez (18′ st Sohm), Man; Simy (26′ st Bonny), Tutino (48′ pt Benedyczak).
A disposizione: Turk, Balogh, Brunetta, Camara, Osorio, Traore, Bonny, Costa, Correia. All. Iachini.
SPAL (4-3-1-2): Alfonso; Almici, Vicari (8′ pt Capradossi), Meccariello, Celia; Crociata (24′ st Mora), Zanellato, Esposito (1′ st Da Riva); Mancosu, Rossi (1′ st Colombo), Melchiorri (1′ st Vido).
A disposizione: Pomini, Thiam, Tripaldelli, Zuculin, Dickmann, Peda, D’Orazio. All. Venturato.
ARBITRO: sig. Marini di Roma 1.
ASSISTENTI: sig. Lombardo di Cinisello Balsamo e sig. Cipressa di Lecce.
NOTE: stadio “Ennio Tardini” di Parma. Spettatori: 5.286 (di cui 3.074 abbonati), incasso: 54.883,02 euro. Ammoniti: al 27′ pt mister Iachini (P) per proteste, al 13′ st Simy (P), al 30′ pt Celia (S), al 6′ st Da Riva (S), all’8′ Coulibaly (P) per gioco falloso. Corner: 5-5 (3-1). Recupero: 4′ pt, 0′ st.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio