Entra in contatto:

Parma Calcio

Parma, la rabbia dei tifosi viaggia sui social

Parma, la rabbia dei tifosi viaggia sui social

Sono passate 24 ore dalla terribile sconfitta interna contro la Sampdoria, ma la rabbia e la delusione restano intatte. E, come spesso accade in queste situazioni, moltissimi tifosi e appassionati hanno sfogato e “vomitato” la propria rabbia sui social. Parole e pensieri pesanti, ce n’è per tutti i gusti.

Sul banco degli imputati sono finiti un po’ tutti: l’allenatore, i giocatori e la società. L’impressionante similitudine con il finale di stagione dello scorso campionato ha spazientito anche i tifosi più accaniti: “Vergona”, “una presa per il c…”, “Superato ogni limite”, “Sono già in vacanza”, “Esonero”, “Dimissioni”, “Giocatori senza dignità”, “Onorate la maglia”, “Facciamo ridere”, “Siete uno scandalo”, “Indegni”, “Imbarazzante”, ecc.

Accuse pesanti, razionali e irrazionali, alcune delle quali da censura o addirittura irrispettose, ma fotografano perfettamente la situazione che si sta vivendo nel ducato, il giorno dopo il 3-2 con la Sampdoria dell’ex Ranieri. La sesta sconfitta nelle ultime sette giornate.
Il calcio è questo, un giorno sei in cielo e il giorno dopo finisci sotto terra. Un girone d’andata da applausi e un girone di ritorno (post lockdown) da incubo. Effetti collaterali di un sistema che i social hanno amplificato a dismisura, tant’è che anche i canali ufficiali del club sono pieni di commenti di protesta.
A D’Aversa e la squadra non resta che dare risposte sul campo, a partire da mercoledì al Tardini contro il Napoli. Risposte. Certezze. Rispetto. Perché questo Parma è troppo brutto per essere vero.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio