SEGUICI SUI SOCIAL

Parma Calcio

Parma in lutto: è morto Perani, il tecnico della promozione in B

Parma in lutto: è morto Perani, il tecnico della promozione in B

Il Parma è in lutto per la scomparsa di Marino Perani, il tecnico che nella stagione 1983-84 traghettò i crociati alla promozione dalla serie C1 alla serie B. Perani, originario di Ponte Nossa (Bergamo), avrebbe compiuto 78 anni tra pochi giorni (27 ottobre); si è spento oggi nella clinica Lercaro a Bologna. Da calciatore, con la maglia del BOlogna, aveva vinto tutto: scudetto, Coppa Italia, Coppa Mitropa e Coppa di Lega italo-inglese.

 

Il sito ufficiale del Parma Calcio ha ripercorso la straordinaria cavalcata di quella stagione: “Perani, chiamato dal presidente Ernesto Ceresini e dal direttore sportivo Riccardo Sogliano, guidò un gruppo costituito da giovani calciatori emergenti (Fabio Aselli, Daniele Davin, Fabrizio Di Pietropaolo, Giacomo Murelli, Gabriele Pin, Stefano Pioli, Fausto Salsano) e da alcuni esperti giocatori di categoria (Massimo Barbuti, Stefano Mariani, Pierluigi Panizza, Tiziano Ascagni).

In poco tempo, costruì una formazione che divertiva per il gioco espresso e raccoglieva importanti risultati, sul campo dello stadio Ennio Tardini e in trasferta.

Battagliando in un testa a testa indimenticabile in vetta alla classifica del Girone A con il blasonato Bologna, il club che ripartì dalla terza serie dopo due clamorose retrocessioni, a cui Marino era legato per aver vinto con la maglia rossoblù negli Anni Sessanta da attaccante di fascia destra uno scudetto, due Coppe Italia, una Mitropa Cup e una Coppa Italo-Inglese.

Parma e felsinei terminarono il campionato appaiati in vetta a quarantotto punti, conquistando entrambi il lasciapassare per il torneo cadetto, con il Lanerossi Vicenza distanziato di una sola lunghezza.

L’apoteosi Crociata si manifestò all’ultima giornata, a Sanremo, il 3 giugno 1984, quando sotto il diluvio universale su un terreno di gioco ridotto a pantano, la vittoria fu conquistata grazie a un guizzo del diciottenne difensore parmigiano Pioli su una punizione calciata da Ascagni.

Di quella fantastica annata, nel ricordo di Marino Perani, rimane indelebile un simpatico slogan dei tifosi. Recitava: “Chiamami Perani, sarò la tua B”. Richiamando la pubblicità della Birra Peroni dell’epoca (“Chiamami Peroni, sarò la tua birra”).

Insieme allo striscione esposto dalla Curva Nord nel congedo dal Tardini, in occasione del successo del 27 maggio (1-0) contro l’Ancona:”Grazie Magico Perani”.

Nella successiva Serie B 1984/1985, purtroppo, l’avventura di Perani a Parma si concluse alla sedicesima partita, dopo la sconfitta casalinga con l’Arezzo (0-1) del 6 gennaio 1985, quando il mister fu esonerato, sostituito dalla coppia Gedeone Carmignani-Silvano Flaborea, inevitabile tentativo societario per scongiurare un’inesorabile retrocessione”.

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Parma Calcio