Entra in contatto:

Parma Calcio

Parma, un pareggio per ripartire, ma i problemi restano irrisolti

Parma, un pareggio per ripartire, ma i problemi restano irrisolti

Un pareggio sofferto, tirato per i capelli, in rimonta, per riprendere il cammino dopo due sconfitte. Tra Parma e Pisa finisce 1-1, al solito Lucca (quinto gol) risponde nella risponde Delprato. Per entrambe le squadre si tratta del primo pareggio stagionale.

Dalla squadra di Maresca ci si aspettava di più dal punto di vista della qualità delle giocate, dell’armonia del gioco, anche perché l’impegno e la voglia di soffrire e aiutarsi a vicenda non sono mancate. Certo, nervosismo, passaggi sbagliati, seconde palle perse e prevedibilità restano dei complicati compagni di viaggio di questa stagione appena iniziata.
Alla fine è un brodino insipido, poco utile alla classifica, che lascia irrisolti i problemi e i dubbi dell’ultima settimana; ma di questi tempi un punto è già qualcosa, bisogna sapersi accontentare, gli applausi della curva Nord e dei Boys, tornati al loro posto dopo mesi di assenza, sono un segnale positivo.

LE SCELTE – Maresca non abbandona il 4-1-4-1 malgrado le tante assenze tra Covid e infortuni: al centro della difesa si rivede Valenti, in cabina di regia torna Schiattarella, sulla trequarti Vazquez. Il Pisa di D’Angelo risponde con il modulo 4-3-2-1: Birindelli a sinistra è una freccia, Toure è uomo ovunque a centrocampo, bomber Lucca guida l’attacco.

COLPO LUCCA – Il Parma parte con convinzione e col coltello tra i denti, anche se è più apparenza che realtà, perché i limiti delle ultime due partite sono subito evidenti, anche oggi: gioco compassato e prevedibile. Il Pisa è una banda di combattenti e lo ribadisce sin da subito tant’è che i primi 15 minuti sono tutti nerazzurri: un colpo di testa alto di poco di capitan Gucher, un parata decisiva di Buffon su Sibilli (colpo di testa ravvicinato) e al 13’ il gol del vantaggio: cross dalla sinistra di Birindelli, Valenti legge male la traiettoria del pallone e alla sue spalle Lucca non perdona.
La pioggia è incessante, così come il nervosismo crociato: Vazquez è irriconoscibile, il gioco non decolla, eppure il Parma ha una reazione di orgoglio con Tutino (colpo di testa salvato sulla linea da Caracciolo), oltre ad un destro a girare (innocuo) di Mihaila. Il Pisa non sta a guardare e a una manciata di secondi dalla fine sfiora l’incrocio dei pali con una bomba di Gucher. Il nervosismo cresce soprattutto dopo un contatto sospetto in area nerazzurra tra Hermannssoh su Mihaila che l’arbitro giudica regolare.

RISOLVE DELPRATO – L’intervallo ha giocato più al Parma che al Pisa, infatti dopo un destro di Sibilli sull’esterno della rete arriva il gol del pareggio: Schattarella apre per Mihaila, cross basso di prima intenzione sul secondo palo dove arriva in spaccata Delprato e firma l’1-1.
Il gol cambia l’inerzia dell’incontro: il Pisa abbassa il baricentro e comincia a sentire la stanchezza delle tre partite in una settimana, mentre il Parma si riversa nella metà campo ospite seppur con poca lucidità e con schemi efficaci per entrare in area di rigore. I pericoli maggiori, infatti, arrivano con tiri da fuori area: Birindelli (Buffon c’è), Tutino (sfiora il palo), Correia (fuori), Brunetta (grande intervento di Nicolas) e Mihaila (ancora decisivo il portiere). La girandola di cambi non cambiano il risultato e l’andamento della gara. Finisce 1-1. Il Pisa continua il suo viaggio in testa alla classifica.

 

PARMA – PISA 1-1
Marcatori: pt 13’ Lucca; st 8’ Delprato

PARMA (4-1-4-1): Buffon; Delprato, Cobbaut, Valenti, Coulibaly; Schiattarella (37’ st Sohm); Brunetta, Juric (20’ pt Correia), Vazquez, Mihaila; Tutino (18’ st Inglese).
A disp. Turk, Dierckx, D. Iacoponi, Benedyczak, Busi, Traore, Bonny. All. Maresca.
PISA (4-3-2-1): Nicolas; Hermannsson, Leverbe, Caracciolo, Birindelli (36’ st Mastinu); Toure (32’ st De Vitis), Nagy, Marin; Gucher (23’ st Marsura), Sibilli (36’ st Piccinini); Lucca (32’ st Masucci).
A disp. Livieri, Dekic; Cohen, Beruatto, Curci, Di Quinzio, Cisco. All. D’Angelo.
ARBITRO: Prontera di Bologna
NOTE: spettatori 7.245 per un incasso di 118.016,50 euro. Ammoniti Delprato, Vazquez, Nagy, Marin per gioco falloso. Recupero tempo: pt 1’, st 3’.

 

 

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio