Entra in contatto:

Parma Calcio

PARMATALK, Camara si racconta: «L’Audace, il mio ruolo e le paste dopo il gol»

©Foto: Lorenzo Cattani

PARMATALK, Camara si racconta: «L’Audace, il mio ruolo e le paste dopo il gol»

Drissa “Baky” Camara, ospite in diretta ieri sera nel salotto di PARMATALK, si è raccontato, a tutto tondo, ai microfoni di SportParma.

Semplice, umile, determinato e con un sorriso apparentemente spensierato, ma che nasconde tanti sogni nel cassetto. Il giovane centrocampista del Parma, intervistato dai giornalisti Antonio Boellis e Lorenzo Fava e dal noto preparatore atletico Vincenzo Pincolini, ha ripercorso la sua bella storia, partendo dal suo arrivo nel Ducato, quando ad accoglierlo furono i campetti di via Zarotto dell’Audace: «Come dico sempre, è stato un piacere quando sono arrivato qua. All’Audace ho giocato prima con i 2001 con mister Matteo Mazzoli e dopo 5-6 mesi sono andato con i 2000 allenati da Cesare Bertozzi. All’inizio non è stato facile: ero da solo, ero un ragazzino. Ora sono cresciuto, ho imparato a vivere da solo, ad abituarmi alla città. A Parma sto molto bene e, se mai dovessi andar via un giorno, ci ritornerò sempre, perché qui sto bene».

Parmigiano d’adozione, il giocatore di nazionalità ivoriana — che ha svelato di avere come idolo di sempre il connazionale Yayà Tourè — nel corso della chiacchierata ha precisato il suo ruolo preferito in campo e raccontato il rapporto con i compagni: «Io personalmente ho sempre giocato da mezz’ala del 4-3-3, però a me piace stare anche sull’esterno, sulla faccia, per puntare l’uomo. Per me non cambia nulla, anche se ho la preferenza sulla fascia, ma dove mi mette il mister io lavoro e gioco. Se dico che non ho pressione, mento. Ma con l’aiuto dei miei compagni me la sto cavando. Osorio mi parla tanto, lui ha giocato ad alti livelli tanti anni. Lui è un compagno con cui mi trovo molto bene, ci facciamo più scherzi… Marconi è il giovane che mi ha impressionato di più».
“Baky”, oltre ad entrare già in clima partita in vista del derby contro il Modena di sabato, ha ricordato anche la gioia del gol (dedicato alla sua famiglia) contro il Cittadella, svelando di aver dovuto fare un gentile omaggio a tutti i compagni: «Dopo il gol mi hanno detto di portare le paste. Contro la Salernitana non avevo portato niente e quindi ho dovuto recuperare…».

Queste e molte altre dichiarazioni di Drissa “Baky” Camara durante la settima messa in onda di PARMATALK su SportParma (clicca qui per la puntata).

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA