Entra in contatto:

Parma Calcio

PECCHIA: «Dobbiamo migliorare negli ultimi 30 metri. Buffon valore aggiunto»

Foto Parma Calcio 1913

PECCHIA: «Dobbiamo migliorare negli ultimi 30 metri. Buffon valore aggiunto»

Le parole di Fabio Pecchia alla vigilia di Parma-Cosenza, dal Centro Sportivo di Collecchio dove erano presenti i taccuini di Sportparma. Il mercato aperto (con il reintegro di Karamoh), il ritorno di Buffon e l’esigenza non rinviabile di una vittoria… Ecco le parole del tecnico:

CHARPENTIER E KARAMOH: “Karamoh è un giocatore del Parma, non l’ho avuto a disposizione per una questione di tempistica. Charpentier non è un giocatore del Parma, dunque c’è poco da parlare”.

GLI ULTIMI 30 METRI: “Sull’aspetto dei duelli abbiamo affrontato una squadra, a Perugia, contro la quale abbiamo vinto. Sul piano fisico ci siamo stati. Ma questa squadra ha tanti aspetti su cui migliorare: la qualità che ha a disposizione deve utilizzarla. E poi vincere le partite. Negli ultimi 30 metri va occupata meglio quella zona, portando più uomini in zona gol. Insisto a dire che a Perugia abbiamo fatto cose straordinarie su un campo sul quale non si giocava a calcio.

LE DUE FASI: “Mihaila, Man, Bernabé e Vazquez non corrono solo avanti: fanno le due fasi. Possono correre avanti e indietro. Si tratta di coprire il campo in maniera più equilibrata. Chi scende n campo deve essere in grado di fare le due fasi.

L’AVVERSARIO: “Il Cosenza ha vinto con merito due partite, è una squadra abbastanza veloce e ha anche qualità in avanti. Giochiamo contro la prima della classe, dovremo affrontarla con la voglia di vincere, come sempre. per vincere bisogna curare i dettagli e avere voglia di portare a casa i tre punti”.

IL NEO ACQUISTO ANSALDI: “Ansaldi ha una forma di leadership che non guasta mai: è un giocatore duttile, oltre ad avere la qualità, e questo va sempre bene. Viene da un periodo lontano dalla gara ma è in buone condizioni. Non ci vorrà molto per vederlo in campo”.

MENTALITÀ VINCENTE: “Mi aspetto la partita di domani. C’è voglia di fare e voglia di continuare a coltivare l’entusiasmo che c’è attorno al gruppo. Io devo pensare a questo, non voglio sviare sul mercato. Io devo creare un’anima di un gruppo forte. Questo gruppo, con tanti, giovani, ha potenzialità ancora da esprimere. Quando si crea una mentalità vincente, che bisogna avere tempo e pazienza per costruirla, poi si scoprirà dove si potrà arrivare”.

INGLESE E TUTINO: “Gennaro sta bene, è in continuo miglioramento e vuole dimostrare. Bob deve avere considerazione dal gruppo e dallo staff. Sono strafelice perché lo vedo lavorare alla grande”.

BUFFON RECUPERATO: “Buffon sono 20 giorni che lavora col gruppo. Ha risolto le piccole cose che ha avuto. Domani sarà con noi. Valore aggiunto, riferimento straordinario, sono felice. Abbiamo bisogno di lui, la squadra ha bisogno di un riferimento di alto livello. Sta bene”.

AL TARDINI SI VINCE POCO: “Voglio una squadra libera e sbarazzina. La squadra deve vivere le partite allo stesso modo. Il Tardini è bello, la gente che viene è bella. La squadra deve riproporre lo stesso atteggiamento sia che giochiamo al Tardini sia fuori”.

BERNABÉ: “Bernabé deve migliorare la propria condizione: è partito in ritardo. Prima ha giocato in fascia, a Salerno dietro le punte: è stato un continuo miglioramento, la sua performance è migliorata al di là della posizione in campo. Io credo sia una squestione di condizione”.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA