Entra in contatto:

Parma Calcio

PECCHIA: «Il gruppo fa la differenza. Il Bari ha entusiasmo. Nessun dubbio su Inglese»

Foto Parma Calcio 1913

PECCHIA: «Il gruppo fa la differenza. Il Bari ha entusiasmo. Nessun dubbio su Inglese»

Vigilia di Parma-Bari e, come di consueto, oggi è stato il giorno della conferenza pre gara di mister Pecchia.

Il tecnico, il quale in carriera ha vinto il 50% dei campionati di B fin qui disputati (2 su 4) e si appresta alla sua quinta avventura in cadetteria, ha parlato dalla sala stampa del Centro Sportivo, ecco le sue parole:

GLI INDISPONIBILI: “Tutto il gruppo è a disposizione a parte Cobbaut, Osorio e Hainaut. Sono 40 giorni che lavoriamo insieme, la squadra è in buone condizioni”.

ATTEGGIAMENTO POSITIVO: “In queste settimane ho visto un grandissimo atteggiamento e una grande voglia di stare insieme. Ci sono diversi aspetti da migliorare, in alcuni momenti la squadra deve fidarsi di più delle proprie qualità”.

IL BARI: “Hanno entusiasmo e consapevolezza, oltre a un’idea di gioco chiara e precisa, giocano molto in verticale; ma questo non deve condizionarci. Bisogna restare concentrati, a prescindere dall’avversario che ti troviamo di fronte, scendendo in campo con la voglia di vincere e divertire”.

INGLESE: “Non ho dubbi, sta lavorando con grandissima umiltà; deve giocare, è una questione di tempo. Lui è un esempio per tutti, peccato per il problema che ha avuto durante la preparazione”.

LA SERIE B: “Mi aspetto un campionato di altissimo livello, avvincente. Il livello si è alzato. Vogliamo trasmettere valori seri, abbiamo voglia di giocare. Ora pensiamo al Bari, che è la partita più importante, in palio ci sono tre punti, ce la giocheremo alla grande”.

IL GRUPPO FA LA DIFFERENZA: “Dobbiamo ritrovare compattezza, voglia di giocare e stare insieme. Non penso ci saranno grandi differenze di organici nel corso della stagione, la differenza la farà chi avrà più gruppo, identità, e chi ragionerà da squadra”.

FACILI ENTUSIASMI: “L’entusiasmo fa piacere, dobbiamo continuare a coltivarlo per ritrovare il sorriso e questo avviene solo attraverso le prestazioni. Poi tra 5-6 mesi potremmo fare un bilancio”.

 

 

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio