Connect with us
 

Parma Calcio

PIZZAROTTI: «Non vogliamo vendere Gervinho e non ci siamo arresi per Inglese»

PIZZAROTTI: «Non vogliamo vendere Gervinho e non ci siamo arresi per Inglese»

Dal ritiro di Prato allo Stelvio, è il presidente Pietro Pizzarotti a fare il punto della situazione sul mercato del Parma. Ecco le parole del numero uno del club gialloblù:

IL RITIRO: “Il ritiro è un bellissimo momento, poi siamo in un posto meraviglioso e in una regione bellissima. E’ un bel luogo in cui lavorare”.

KARAMOH: “Non è ancora arrivato, è ancora un calciatore dell’Inter. Dovrebbe arrivare ma non mi sbilancio, potrebbe essere qui nei prossimi giorni. E’ un investimento importante per un ragazzo ancora giovane, che pochi giorni fa ha compiuto 21 anni. Speriamo che qualora arrivasse possa fare molto bene”.

LE STRATEGIE: “La Proprietà come sempre non entrerà nel discorso tecnico, abbiamo cercato di dare un indirizzo e degli input, come ad esempio abbassare l’età media e se possibile acquistare giocatori di proprietà per aumentare il patrimonio del nostro parco calciatori. Il Direttore Faggiano insieme al Mister si confrontano tra di loro e hanno tutta la libertà del mondo per scegliere il tipo di calciatore, noi abbiamo soltanto dato quelle linee guida”.

GERVINHO: ” In questo momento non stiamo pensando di vendere Gervinho, lo scorso anno ha fatto molto bene sia come gol che come assist e in questo momento non è nelle nostre idee venderlo”.

HERNANI: “Hernani dovrebbe, e fin quando non c’è l’ufficialità non mi espongo perché non vorrei far figuracce, arrivare già domani per fare le visite mediche. E’ un calciatore brasiliano che ha giocato nello Zenit, ha 25 anni e ha ampi margini di miglioramento”.

INGLESE: “Costa tanto tanto, non ci siamo però ancora arresi. Il mercato è ancora lungo e dunque vedremo. Trattare con il Napoli non è facile, vendono molto bene i loro calciatori e dunque vedremo cosa succederà. Ma il Direttore Faggiano è sul pezzo”.

BALOTELLI: “E’ un calciatore che a me personalmente, e parlo per me perché ci sono altri soci, piace molto tecnicamente. Mi avrebbe intrigato. Non c’erano però le condizioni per farlo, ma Balotelli sarebbe stato un’ottima ciliegina sulla torta e adesso manca ancora la torta. Diciamo che non era l’anno giusto”.

4 MILA ABBONATI: “Il dato degli abbonamenti mi fa molto piacere, la gente ha fiducia ha rinnovato senza sapere ancora definitivamente come sarà la squadra ma dico loro che ce la stiamo mettendo tutta per fare una bella squadra che possa divertire. Un’estate peggiore rispetto a quella dello scorso anno non la auguro a nessuno. Quest’anno siamo partiti tutti con più tranquillità, con più tempo davanti e per programmare. Lo scorso anno abbiamo fatto il mercato in 10-15 giorni, adesso c’è più tempo per pensare ed organizzarci”.

FUTURO SOCIETA’: “Da parte nostra, come soci, c’è un amore smisurato nei confronti del Parma. Abbiamo sempre detto che se arrivasse qualcuno molto solido, soprattutto con un’importante solidità economica, che possa fare meglio di noi è chiaro che il Parma verrebbe ceduto. Ma in questo momento non c’è niente in vista. La nostra idea è quella. Non è un discorso imminente, ma volendo essere razionali se arrivasse qualcuno che possa garantire un futuro roseo al Parma e fare meglio di noi perché no”.

 

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Parma Calcio