Entra in contatto:

Parma Calcio

Pochi affari e 18 milioni spesi, è finita l’era Giuffredi

Pochi affari e 18 milioni spesi, è finita l’era Giuffredi

Negli ultimi anni il Parma aveva stretto legami forti con Mario Giuffredi (amministratore unico della Marat Football Management Srl), uno dei procuratori più chiacchierati del calcio italiano, recentemente indagato dalla Guardia di Finanza di Napoli per presunti reati tributari.

I rapporti con il Parma e con la nuova dirigenza restano buoni, ma il “forte” legame creato in passato si è spezzato dopo che ieri è circolata la notizia dell’esclusione dalla lista dei convocati per il ritiro del Parma di 5 suoi assistiti (Grassi, Laurini, Pezzella, Sepe e Sprocati). Scelta di comune accordo con la società crociata che è al lavoro per sfoltire la rosa a disposizione di mister Maresca. Un gesto apprezzabile, quello di Giuffredi, anche perché negli ultimi anni ha fatto spendere al Parma oltre 17 milioni, grazie anche ai buoni rapporti con l’ex direttore sportivo Daniele Faggiano.

Dai 7 milioni di Grassi ai 4,5 milioni di Pezzella (Sepe 4 mln, Sprocati 2,3 mln, Laurini 0), oltre a 1,960 mln di compensi allo stesso Giuffredi (per i 5 giocatori sopra indicati): affari che per una serie di motivi, tra cui gli infortuni di Grassi, non hanno fruttato plusvalenze nelle casse gialloblù, anzi l’esatto contrario, cioè (probabili) minusvalenze, soprattutto dopo l’ultima retrocessione in serie B. Insomma, tante promesse, pochi affari redditizi e zero guadagni (per il Parma), compreso il prestito invernale di Conti dal Milan.

Fatto sta che per il Parma sarà quasi impossibile recuperare i soldi spesi negli ultimi anni per i 5 giocatori della scuderia Giuffredi (Laurini è arrivato a titolo gratuito). Un procuratore che sa vendere benissimo i suoi “prodotti”, anche grazie a dichiarazioni ammalianti, come quelle frequenti su Sepe: “Sepe ha dimostrato di essere uno dei migliori in serie A ed è giusto che continui a dimostrarlo” (Radio Marte, 12-06-2021). L’ultima stagione al Parma non sembra dargli ragione.

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio