Connect with us

Parma Calcio

Ritornello Tavecchio: “Mai più un caso Parma”. Intanto i debiti sfiorano i 2 miliardi

Ritornello Tavecchio: “Mai più un caso Parma”. Intanto i debiti sfiorano i 2 miliardi

“Un altro caso Parma non può capitare, stiamo controllando”. Parola di Carlo Tavecchio, numero uno della Figc. Lo stesso personaggio che un anno fa ha “sorvolato” sulla grave situazione finanziaria in cui versava il Parma di Tommaso Ghirardi e Pietro Leonardi (ma è giusto concedere qualche piccola attenuante a Tavecchio). “La Covisoc ha valutato gli impegni delle società – spiega il presidente – ci troviamo di fronte alle dichiarazioni di impegno morale da parte di amministratori e dirigenti che riteniamo serie”. La situazione di pericolo (finanziario) resta un macigno che pende sulla serie A: “La situazione non era di poco conto, era l’ultima spiaggia. Bloccare subito tutto sarebbe stato difficoltoso per i club. Tutti sanno cosa sono i rischi e gli obblighi presi, ballano circa 1,8 miliari di euro di disavanzo. Non si può coprire un buco così in poco tempo, dobbiamo lavorare”. Le intenzioni e le promesse sono buone, ma come sempre la realtà dei fatti è da allarme rosso. E nonostante tutto quest’anno in serie A i principali club hanno investito (e investiranno) ingenti somme di denaro. Paradossi tutti italiani.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Parma Calcio

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi