Entra in contatto:

Parma Calcio

Scivolone Parma, al Tardini fa festa la Cremonese

Scivolone Parma, al Tardini fa festa la Cremonese

Il Parma stecca al Tardini contro una Cremonese che ha vinto con merito, perché ha giocato meglio e ha dimostrato di essere più squadra.

I difetti del Parma, soprattutto quelli difensivi, oggi hanno fatto la differenza. Maresca non è riuscito a invertire la rotta neanche con i cambi. Il pressing alto e asfissiante dei grigiorossi è stata un’arma letale per i gialloblù che nel finale hanno perso la testa, espulso Vazquez dopo un duro faccia a faccia con mister Pecchia. Inoltre Di Carmine ha sbagliato per ben due volte un rigore sul punteggio di 2-0.

PARMA IN TILT – La Cremonese parte con il piede schiacciato sull’acceleratore, pressa alto, molto alto, e il Parma va subito in difficoltà, tant’è che dopo tre minuti è già sotto: Cobbaut perde palla ingenuamente al limite dell’area, Fagioli è in agguato: rasoterra preciso nell’angolino. L’imbattibilità di Buffon si ferma così a 184 minuti.
La Cremonese ha il merito di non cambiare atteggiamento neanche dopo il vantaggio, occupando sempre la metà campo avversaria, e non è un caso se Valeri sfiora il raddoppio con un diagonale di sinistro e poi al minuto 35 crossa il pallone che Vido, col piattone destro, trasforma nel gol del raddoppio. E pochi minuti dopo Gauetano sfiora il tris (decisivo Buffon). Il Parma del primo tempo è tutto in un pallonetto di Mihaila terminato fuori non di molto. Troppo poco per essere vero, la Cremonese ha dominato la prima frazione.

DOPPIO RIGORE FALLITO – La musica non cambia neanche nella ripresa sebbene il Parma ha una reazione di orgoglio e con Man va vicino al gol (decisivo Carnesecchi). La Cremonese continua a macinare gioco e pressare alto, come se avesse delle pile inesauribili, mentre la difesa ducale è sempre in affanno come al 6’ quando Schiatteralla stende Fagioli in area. E’ rigore, Di Carmine calcia una prima volta ma Buffon intuisce, ma il tiro è da ripetere (diversi giocatori entrano in area prima del tiro); Di Carmine cambia angolo ma sbaglia ancora, tiro fuori. Un errore che potrebbe costare caro soprattutto a livello psicologico ed è quello che succede perché il Parma riapre la partita con Mihaila (destro imparabile).
La partita diventa incandescente, Vazquez perde la testa davanti alla panchina della Cremonese e dopo un faccia a faccia con Pecchia viene espulso. Poco dopo Mihaila sfiora l’incrocio con una botta da fuori area; il Parma ci crede fino alla fine, spinto dalsuo pubblico, ma i grigiorossi resistono fino alla fine senza particolari problemi.

 

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio