Connect with us

Parma Calcio

Tavecchio-Parma: il giorno della verità, ma il verdetto sembra scontato

Tavecchio-Parma: il giorno della verità, ma il verdetto sembra scontato

Lo abbiamo scritto decine di volte in questi ultimi mesi, ma poi i fatti hanno smentito sempre tutto e tutti. Eppure quella di domani, venerdì 24 luglio 2015, dovrebbe essere (il condizionale è d’obbligo) il giorno della verità, anche perché il regolamento stilato dalla Figc, non prevede ulteriori rinvii. Domani alle 12 scade il termine ultimo per presentare la domanda di affiliazione alla Figc e la conseguente assegnazione al campionato di Serie D. Parma 1913 e Magico Parma hanno espletato tutte le pratiche, seppur con tempistiche diverse, che di fatto hanno rallentato il verdetto finale (vedi Magico Parma). Nel pomeriggio Tavecchio e soci dovranno emettere questa benedetta sentenza e dare vita ufficialmente al nuovo Parma, qualunque esso sia, sebbene indiscrezioni sempre più frequenti parlano di una decisione già presa, a favore di Parma 1913. E i motivi sarebbero molteplici e di facile intuizione.
Da lunedì Nevio  Scala e la nuova proprietà, quindi, potranno finalmente ufficializzare i primi acquisti e dare forma alla nuova squadra che, come è noto, sarà guidata da mister Gigi Apolloni. A seguire la presentazione della campagna abbonamenti e il ritiro pre campionato, con conseguenti prime amichevoli. Poi tutto il resto. Un ingolfamento di situazioni che non spaventa Barilla e soci, anche se le altre principali pretendenti alla vittoria del campionato (Piacenza e Correggese) hanno già iniziato a lavorare; un dettaglio di non poco conto. Il Parma, infatti, in pochi giorni deve fare quello che le altre società hanno fatto in un mese.
Il capitolo ripescaggio è attualmente nel congelatore, anche perché le norme attuali sbarrano la strada ad ogni possibile speranza; ma le inchieste della magistratura e di Palazzi, oltre alle difficoltà economiche di molti club (9 le società che non sono riuscite a iscriversi alla prossima Lega Pro), potrebbe stravolgere logiche e normative, riaccendendo così la speranza anche in casa Parma.
Discorsi che il vento spazza via in un attimo, in attesa di un segnale da Tavecchio che – vogliamo crederci fermamente – arriverà domani. Perché diversamente sarà il caos totale. Un caos a cui siamo abituati brutalmente da oltre un anno.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA