Entra in contatto:

Parma Calcio

Una magia dell’ex Nicolussi Caviglia condanna un Parma sterile

Foto: FC Südtirol

Una magia dell’ex Nicolussi Caviglia condanna un Parma sterile

Il Parma cade a Bolzano sul più bello, interrompendo la serie positiva di 5 gare (4 vittorie e un pareggio).

È bastata una perla dell’ex Nicolussi Caviglia nel primo tempo a indirizzare una partita che i crociati hanno dominato in un lungo e largo, quasi sempre nella metà campo avversaria, creando tanto, soprattutto nei primi 45 minuti; ma alla fine devono recitare il mea culpa per non essere riusciti a raddrizzare una gara scorbutica, ma assolutamente alla portata. E tutto per colpa di una disarmante sterilità offensiva che, questa volta, Pecchia non è riuscito a correggere con i cambi dalla panchina. Significativo il dato sul possesso palla: Parma 72%, Südtirol 28%. Oltre a quello dei calci d’angolo: 7-0 per i gialloblù.
Vola il Südtirol dell’imbattuto Bisoli, 17 punti in 7 gare. Grande sorpresa della serie B.

SORPRESA SOHM – Lo svizzero è la grande novità del pomeriggio, confermato a centrocampo al fianco di Juric, nel consueto 4-2-3-1 disegnato da Pecchia. Gli esterni offensivi sono Benedyczak e Ansaldi. Il Sudtirol di Bisoli risponde con il modulo 4-4-2, a centrocampo il direttore d’orchestra è l’ex Nicolussi Caviglia (ottima prestazione).

UNA MAGIA – Il Parma parte bene, è costantemente nella metà campo avversaria, palleggia con sicurezza e i terzini arrivano spesso sul fondo. Non è un caso, infatti, che le prime due occasioni siano gialloblù con Inglese (sinistro largo) e Vazquez (tiro respinto in tuffo da Poluzzi), ma non basta ad indirizzare il primo tempo perché il Südtirol, fino a questo punto mai pericoloso, colpisce al primo affondo con un’autentica perla di Nicolussi Caviglia (29’): il centrocampista scuola Juve si libera di Juric e calcia un destro imprendibile, sotto l’incrocio.
Il gol non cambia la trama della gara, anzi l’accentua maggiormente, con il Parma sempre nella trequarti avversaria: Vazquez ci prova su punizione (fuori di mezzo metro), Oosterwelde dal limite (fuori) e poi ancora Vazquez con un colpo di testa che Poluzzi respinge d’istinto. Si va negli spogliatoio sull’1-0, risultato bugiardo.

ROSSO A OOSTERWOLDE – Pecchia rinforza l’attacco con gli ingressi simultanei di Bonny e Ansaldi (al posto dei deludenti Sohm e Benek). Il copione è sempre lo stesso, il Parma attacca e il Südtirol si difende (linea difensiva a 5), con i padroni di casa che fanno molta più fatica a uscire fuori dalla propria metà campo.
Nonostante questo, la squadra di Bisoli concede poco e nulla, se non una punizione dal limite di Vazquez (fuori di un niente), una bomba di sinistro di Hainaut e un colpo di testa sballato di Charpentier; in mezzo l’espulsione di Oosterwolde per doppia ammonizione, dopo un intervento duro a centrocampo su una ripartenza del Südtirol. Finisce 1-0, sconfitta dura da digerire.


SÜDTIROL – PARMA 1-0
Reti: pt 29’ Nicolussi Caviglia,

SÜDTIROL (4-4-2): Poluzzi; Berra (36’ st Casiraghi), Zaro, Masiello, D’Orazio (28’ pt Rover; 19’ Curto); De Col, Tait (36’ st Davi), Nicolussi Caviglia, Belardinelli (19’ st (19’ st Schiavone); Mazzocchi, Odogwu.
A disposizione: Iacobucci, Vinetot, Siega, Carretta, Pompetti, Crociata, Capone. All. Bisoli
PARMA (4-2-3-1): Chichizola; Delprato, Osorio, Valenti, Oosterwolde; Sohm (1’ st Bonny), Juric (37’ st Hainaut); Ansaldi (18’ st Charpentier), Vazquez, Benedyczak (1’ st Tutino); Inglese (26’ st Estevez).
A disposizione: Corvi, Borriello, Balogh, Coulibaly, Circati, Buayi-Kiala, Sits. All. Pecchia
ARBITRO: Gualtieri di Asti
NOTE: spettatori 5mila circa (625 nel settore ospiti). Espulso al 33’ st Oosterwolde per doppia ammonizione. Ammoniti D’Orazio (5’), Vazquez (13’), Berra (65’) per gioco falloso; Oosterwolde (42’) per proteste. Calci d’angolo 7-0 per il Parma. Recupero tempo: pt 2’, st 4’.

 

(Foto credit: FC Südtirol)

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA