© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Il Gede Risponde

Il Gede: “Frattali è un’arma a doppio taglio per Zommers”

Il Gede: “Frattali è un’arma a doppio taglio per Zommers”

Torna su Sportparma l’appuntamento del lunedì con l’approfondimento firmato dall’ex tecnico gialloblù Pietro Gedeone Carmignani. Dal Parma alla serie A.

Scozzarella, Edera e Munari. Quello del Parma è un mercato con i botti?
“Il Parma sta facendo il necessario per dare a D’Aversa le pedine giuste. Il Parma ha abbandonato il progetto Scala-Apolloni, adesso è come le altre squadre: si compra senza stare a ragionare sull’età di un giocatore purchè abbia le caratteristiche giuste per vincere il campionato”.

Il probabile arrivo di Frattali (Avellino) potrebbe sfiduciare Zommers?
“Dipende molto dal carattere di Zommers, può essere stimolante o può essere un problema a livello psicologico. Frattali è un arma a doppio doppio taglio per Zommers. A prescindere da questo evidentemente la società ha pensato di aver bisogno di un portiere di una certa esperienza da affiancargli”.

Nel girone B, fino a questo momento, chi si è rinforzato di più?
“Venezia e Padova investono per il futuro, come il Parma. C’è molta differenza dal punto di vista economico fare la Lega Pro o la serie B. Il Pordeonone mi sembra l’unica non in grado di fare grandi acquisti. Venezia e Padova stanno facendo grandi colpi. Chi ha più soldi ha più possibilità di vincere, è un concetto scontato. Comunque, spendere più degli altri non ti da la certezza di vincere un campionato. Il primo anno non è mai facile, il secondo è più semplice”.

La vittoria della Fiorentina contro la Juve è una bella spruzzata di peperoncino sul campionato?
“La vittoria della Fiorentina fa bene al campionato. Ho visto una Juve bloccata, troppo schiacciata in basso per buona parte della gara. Ha reagito solo dopo il secondo gol. Il campionato si è riaperto, merito di una Fiorentina che ha avuto più determinazione, arrivava prima sulla palla. Il problema della Viola è la continuità, lo è sempre stato”.

Anche perché la Roma continua a vincere e Spalletti continua a fare il filosofo…
“Spalletti ne dice una al giorno. E’ diventato un personaggio. A lui piace parlare. La Roma, però, è sicuramente l’antagonista principale della Juve, senza tralasciare l’Inter. Anche ieri i giallorossi sono stati padroni del campo, ma non hanno saputo chiudere la partita e ha rischiato qualcosa. L’Udinese gioca bene ma raccoglie poco”.

A proposito di Inter: può crescere ancora?
“L’Inter è una potenza per il presente e il futuro. Quando si pensa che il nuovo presidente ha fatto un contratto di sponsorizzazione di 10-15 milioni l’anno per il kit di allenamento e per aver cambiato il nome al centro sportivo, questo fa capire la potenza di questa società. Il potenziale offensivo dell’Inter è enorme, Pioli si è fatto capire subito, ha messo i giocatori al loro posto. Ha dominato una partita che stava perdendo, l’ha risolta ancora negli ultimi minuti. Non è solo fortuna… Poi le vittorie aumentano l’autostima e la convinzione”.

Più Napoli o più Lazio?
“La Lazio ha fatto un’ottima gara contro una buona Atalanta che era riuscita a passare in vantaggio con un contropiede. Superiorità netta di gioco ed occasione della Lazio, questo conferma la qualità della rosa a disposizione di Inzaghi. Adesso arriva il difficile ma le basi mi sembrano ottime. Il Napoli, invece, ha trovato un buon Pescara nel primo tempo. Poi ha risolto Tonelli che fino a due settimane fa non giocava. Il Napoli se la giocherà fino alla fine, è un suo dovere”.

Il mercato invernale potrebbe ridisegnare la lotta per non retrocedere?
“Il Palermo in difesa è veramente inguardabile, regala gol e azioni. Dispiace per Corini, ma non ci si salva giocando così la fase difensiva. Il Pescara ha rivoluzionato la rosa, ma non è detto che arrivino subito i risultati. Il pareggio di ieri dell’Empoli in casa della Samp è una mazzata per tutte le pretendenti alla salvezza. Per salvarsi serve un filotto di vittorie. Samp e Empoli hanno badato di più a non prenderle. E’ un punto importante per la salvezza dei toscani. Il Crotone ha un problema logistico, molti giocatori non accettano il trasferimento da quelle parti. Non riesco a capire perché. Anche ieri il Crotone ha dimostrato di aver bisogno di rinforzi in attacco. Se non arrivano sarà un bel problema”.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Il Gede Risponde