© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Il Pagellone del Gando

Il pagellone del Gando: il Salso fa l'impresa in 10, Carignano e Ghiare volano sempre più in alto

Il pagellone del Gando: il Salso fa l'impresa in 10, Carignano e Ghiare volano sempre più in alto

Appuntamento consueto del lunedì con "Il pagellone del Gando" e il calcio dilettantistico. La rubrica, tra le più lette di Sportparma.com, come ogni settimana racconta, in chiave a volte anche ironica, i protagonisti nel bene e nel male della domenica calcistica. Oggi fari puntati sul Salso, che ha piegato la seconda in classifica, ma anche Carignano e Ghiare, oltre a qualche gesta individuale.

PROMOSSI

SALSOMAGGIORE: 9
Davvero incredibile l’ultima impresa di una squadra imprevedibile, capace di vincere come perdere contro chiunque. L’avversario di ieri era il Formigine secondo in classifica, un brutto cliente anche senza Sarnelli e Pelatti, e il Salso si era adoperato per facilitargli pure il compito a inizio ripresa restando in 10, regalando un gol agli avversari e perdendo per espulsione dopo Gorrini anche mister Piccinini in 15 minuti: poi dal 16′ la grande reazione con pareggio di Cornali, il 2-1 di Mangi e il tris di Provenzano. Il Colorno, fermato sull’1-1 ringrazia sentitamente, ma anche la classifica dei termali.

CARIGNANO: 8,5
A vincere i giallorossi di mister Marcotti si sono abituati già da un po’, ma ieri si sono addirittura superati stravincendo. Sul campo del fanalino di coda Casalgrande un roboante 4-0, aperto e chiuso dall’attaccante rivelazione Meola, arrivato a quota 12 gol. Ora la classifica dice secondo posto e 40 punti, uno solo dal Ciano.

ALESSANDRO MORA: 8
(Attaccante Ghiare)
Tre gol in 20 minuti non sono affatto male come bottino. L’attaccante del Ghiare è riuscito nel colpaccio ieri, e oltretutto contro una squadra rognosa come lo Scanderbeg. Prima segna al 40′ del primo tempo, poi bussa altre due volte al 5′ e al 15′ della ripresa. Finirà 5-0 grazie alla doppietta di Ferramola. E la vetta dista ora 6 punti, ma con una gara in meno del Collecchio capolista.

LORENZO ALESSANDRONI: 7,5
(Centrocampista Crociati Noceto)
Mancava da un po’ all’appello il ragazzo dei Crociati, una delle note più positive, ma ieri, avanzato in attacco a sostegno di Pasquariello, in una domenica in cui è mancato Iadaresta (influenzato ed in panchina) si è travestito da bomber e ha firmato il 2-0 sul campo del Real Panaro.

LUCA ROVELLI: 7,5
(Centrocampista Monticelli)
Altra domenica da protagonista per l’ultimo arrivato alla corte di Cannata, autore già di 4 gol. Contro il Rolo, con i suoi privi di Rossi e Ferretti si è preso responsabilità e ha segnato una doppietta (bellissima la seconda rete) prima di consegnare a Tazzioli la palla del 3-1. Goleador e assistman.

NICOLO’ TALIGNANI: 7
(Difensore Medesanese)
Già non segna spesso, se poi i suoi gol pesano anche così tanto la gioia è doppia. Al terzo minuto di recupero del primo tempo infila di testa la porta del Lentigione consentendo alla Medesanese di espugnare il campo di una delle squadre più forti e in forma della Promozione. E una nuova bella salvezza si avvicina.

LEVANTE: 6,5
Si presenta sul campo della capolista Boca Barco voglioso di fargli uno sgarbo e ci riesce. E giocando tutto il secondo tempo senza il suo asso Beki Ndeck. Vittoria di misura firmata da Patrinostro a inizio ripresa, ora gli avversari piegati ieri sono solo a -1.

MAURO PELAGATTI: 6,5
(Portiere Fontanellato)
A 15 minuti dal termine, tra i due gol “griffati” Giordani, non va dimenticata l’impresa del portiere del Fontanellato, che ha parato un rigore a Tarabugi che poteva valere l’1-1. Invece è finita 1-0. E anche prima del rigore si era già distinto con interventi decisivi.

ANDREA VEZZOLI: 6,5
(Portiere Real Val Baganza)
Para-rigori come il collega qui sopra, con la differenza che lui il rigore l’ha parato dopo essere entrato “a freddo” al 18esimo del primo tempo. Sull’1-0 per i suoi il numero uno del Real Bianchi viene espulso, ma il suo dodicesimo compie un intervento che avrebbe potuto mettere in discussione il risultato finale. Invece il Real ha piegato la Cerredolese.

DAVIDE BACCHINI: 6,5
(Centrocampista Noceto)
Classe senza età. Scarinzi si gioca la carta Bacchini a inizio ripresa per rimontare il 2-1 del Rocca 68, e trova in cambio due gol d’autore dall’ala 38enne, spettacolari, tra il 34′ e il 42′. Due gemme per il 6-2 finale.

LESIGNANO: 6
Un voto di incoraggiamento per il riscatto contro il Fornovo. La vittoria agli uomini di Musi mancava da 114 giorni, quasi quattro mesi, ed è arrivata. L’importante è che arrivi anche la risalità e non si riveli solo un “digiuno interrotto”.

BOCCIATI

PALLAVICINO: 5
Lunedì scorso si acclamava una bella reazione, poi in pochi giorni le possibilità di ritornare in lizza almeno per il secondo posto sono definitivamente tramontate. Mercoledì la disfatta contro la Fidentina, un 4-0 casalingo, poi, sempre al Cavagna di Busseto, ieri le tre sberle prese da una Scandianese in difficoltà. Una debacle costata il posto a Melotti, anche se pare davvero inevitabile dire addio ai sogni di gloria. Chiunque sarà il sostituto la rincorsa alla piazza d’onore pare assai ardua.

TRAVERSETOLO: 5
Se perdere contro Correggese e Formigine ci può stare, non si può dire altrettanto della sfida casalinga persa 2-0 ieri con il Bibbiano. E così dopo un buon inizio che aveva riaperto i giochi in fondo, la squadra di Beretti è tornata penultima con l’acqua alla gola.

FORNOVO: 4,5
A suon di sconfitte la classifica dei rossoblù di Galimberti è precipitata tremendamente. Le ultime due della classe Montecavolo e Casalgrande sono lontane ma il terzultimo posto è una delusione e i playout un rischio concreto.

MONTANARA: 4,5
Nemmeno il derby con il CombiSalso ha portato punti ai ducali, che stanno facendo una tremenda fatica nel girone B di Seconda categoria. Ultimo posto a 12 punti e appena 11 reti segnate in 19 incontri. Male.

CURIOSITA’

Astra: imbattibilità salvata al 93′
Ha rischiato di cadere ed è caduta per 93 minuti, ma alla fine l’Astra è riuscita a uscire indenne dal campo della capolista Madregolo e a restare, a sei giornate dal termine della stagione, l’unica squadra di calcio iscritta alla Figc di Parma e provincia ancora imbattuta.

Colacicco contro Quintavalla: sfida tra veterani
Biancazzurra-Langhiranese è stata anche la sfida tra i due portieri più anziani del campionato di Promozione: da una parte Colacicco, classe ’72, 40 anni il prossimo dicembre, dall’altra Quintavalla, classe ’65, 47 anni un mese fa: quasi 87 anni in due. Ma sul campo entrambi si fanno ancora valere eccome.

Giordani: zio e nipote festeggiano insieme
Nei campi da calcio di provincia può anche capitare che uno zio e un nipote si trovino a giocare assieme. Matteo Giordani, classe ’74 e il nipote Nicola, classe ’87, lo fanno a Fontanellato, nel girone B di Seconda categoria, e ieri hanno segnato entrambi nel successo nel derby con il Busseto, vinto 2-0. L’attaccante veterano ha segnato il vantaggio nel primo tempo, il centrocampista ha chiuso i conti allo scadere.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Il Pagellone del Gando