Connect with us

Il Pagellone del Gando

Il pagellone del Gando: Franchi ha una media gol pazzesca, il Crer deve spiegare il motivo dei rinvii

Il pagellone del Gando: Franchi ha una media gol pazzesca, il Crer deve spiegare il motivo dei rinvii

Nuovo appuntamento con "Il pagellone del Gando", una delle rubriche più seguite di Sportparma.com, che come ogni lunedì analizza, spesso anche in chiave ironica, i fatti principali e i protagonisti, positivi e negativi, che si sono messi in luce nell'ultima giornata del calcio dilettantistico in terra parmense o zone limitrofe.

Nonostante i rinvii, che impediscono di trattare di Prima e Terza categoria, non mancano gli spunti nemmeno questa settimana: sugli scudi, in un podio molto “vicino” geograficamente, tra Franchi e Provenzano, decisivi per Fidenza e Salso, anche il difensore della Fidentina Livelli. Dietro la lavagna ancora il Noceto, un Pallavicino che perde terreno, ma per una volta anche le massime autorità calcistiche regionali viste le dubbie quanto strane decisioni di rinviare un numero spropositato di partite in una domenica di sole.

PROMOSSI

Luca Franchi : 8,5
(Attaccante Fidenza)
E’ a Fidenza solo da dicembre ma Mantelli e co. dovrebbero già valutare l’ipotesi di fare un monumento a Franchi. Scherzi a parte la media gol di quasi una rete a partita è impressionante: con 11 centri in 12 match di campionato è già il miglior marcatore bianconero, per tre volte, compresi l’exploit di ieri che ha evitato la sconfitta a Traversetolo, ha segnato una doppietta e negli ultimi cinque incontri è andato a segno sei volte. Serve altro?

Elia Livelli: 7,5
(Difensore Fidentina)
In una squadra dove la voce grossa in fase realizzativa è fatta dalla coppia “Dalla-Valla” (al secolo Davide Valla e Marco Dallagiovanna) spunta ogni tanto qualche protagonista a sorpresa. Non è una sorpresa Elia Livelli, uno dei centrali più forti della Promozione già da diversi anni nonostante la giovane età (è del 1987), anche se di rado si fa sentire anche in attacco. Ieri con la Pontenurese prestazione impeccabile dietro e davanti con la rete del due a zero con un inserimento degno dei compagni che abitualmente scrivono il loro nome tra i marcatori. E la Fidentina resta a -1, con un fiato sul collo che infastidisce non poco il Bibbiano.

Marco Provenzano: 7
(Attaccante Salsomaggiore)
La rete che ha deciso il match più importante della stagione del Salso ha legittimato il fatto che Provenzano è una delle poche note positive della stagione del Salsomaggiore. Entrato in punta di piedi nello spogliatoio, con non poco scetticismo intorno vista l’inesperienza in Eccellenza, si è adattato a giocare in più ruoli (esterno di centrocampo, trequartista, seconda punta e centavanti) è il miglior marcatore dei termali con sette reti (con una doppietta), quasi tutte decisive. Come quella di ieri che potrebbe essere la svolta della stagione.

Sorbolo: 7
Con 10 punti nelle ultime 4 gare non è un eresia dire che il Sorbolo è una delle squadre più in forma nel girone D di Seconda categoria. Lo dimostra la caratura di due delle avversarie, entrambe battute in trasferta, prima la Campeginese seconda in classifica, poi, ieri, la Cervarese rivelazione del campionato. Un filotto di risultati che mette una seria ipoteca su una nuova bella salvezza.

Colorno: 6,5
I tifosi del Colorno si saranno abituati a soffrire quest’anno. Ma forse ieri la “pazza” squadra rivierasca li ha messi alla prova. Dopo la sconfitta interna con il Salso al 90′ a Scandiano sembrava inevitabile lo 0-0. E addio sogni di gloria… Poi un gol da opportunista di Roncarati al 1′ minuto di recupero sblocca il risultato, legittimato dal 17esimo gol stagionale di Montali in contropiede.

Enea Parma: 6,5
(Attaccante Monticelli)
Doveva essere l’uomo in grado di risollevare il Monticelli e invece finora Parma non aveva mostrato le sue indubbie qualità facendo peggio del ripudiato De Luca. Poi ieri il “guizzo”, quello che può cambiare il corso di una stagione e valere una salvezza contro uno di quegli avversari, la Correggese, contro cui non prenderle sarebbe già un lusso. E invece l’attaccante 30enne giramondo, e il successivo lavoro della difesa di Paraluppi, hanno portato tre punti insperati.

BOCCIATI

Pallavicino: 5,5
Due pari di fila contro Crevalcore e Rubierese, avversarie, con tutto il rispetto, contro cui i verdiani dovevano portare a casa 6 punti senza nemmeno faticare troppo. Invece ne sono arrivati solo due, e la squadra, in vetta fino a poche settimane fa, ora è quinta a cinque punti dalla capolista BettolaPonte.

Noceto: 5
Seconda sconfitta in altrettante settimane contro un avversario non certo di primo livello come la Calestanese. Sarà stato maggiore il merito dei ragazzi di Denti o il demerito della squadra di Ragionieri (che secondo qualcuno rischia pure il posto)? Difficile dirlo su due piedi considerando che la crisi è iniziata dopo la pausa invernale, tra vittorie faticose firmate dai singoli e sconfitte evitabile. La squadra è sempre in testa, ma se Felino e Il Cervo vincono i recuperi diventa terza.

Crer: 3
Non ce ne vogliano i massimi organi regionali, e nessuno pretende di insegnare loro il difficile mestiere che svolgono sempre da anni, con inevitabili polemiche ma anche buoni risultati. Però quyello che è successo lo scorso fine settimana è ai limiti della fantascienza e è inevitabile porsi domande… In campo un solo girone sia di Eccellenza che di Promozione e tutta la Seconda categoria. In mezzo c’era la Prima categoria, dove, visto il bel sole su buona parte della regione, giocatori e tecnici hanno avuto una giornata di ferie. Tutti tranne “due partite due” del girone A, rimesse in piedi all’improvviso sabato pomeriggio. Qualcuno sa dare una spiegazione?

CURIOSITA’

Cardinali e la mancata vendetta dell’ex
Poteva essere la domenica del grande “occhio per occhio, dente per dente” di Edson Cardinali. Poteva, perché alla fine il suo Traversetolo ha perso 3-2. Ma la soddisfazione per l’attaccante di origine brasiliana di aver segnato (e spaventato non poco) alla sua ex squadra resta. Peccato non sia servita per far punti e non si possa chiamare “vendetta”.

Malpeli croce e delizia della Viarolese
Non si è fatto mancare niente il difensore della Viarolese Andrea Malpeli nel big match contro la Corte Calcio prima in classifica, in una partita che ha visto contro due attacchi da oltre 100 gol complessivi (51 a testa le reti segnate in 18 match) e terminata 2-2 con non poche emozioni. Decisivo nel bene e nel male il difensore centrale parmense: prima segna una rete degna di un centravanti per l’1-0, poi a 20 minuti dalla fine si fa espellere per doppia ammonizione. L’assenza di un giocatore della sua stazza in area è pesata quando, in pieno recupero, la capolista piacentina ha segnato il 2-2 finale che mantiene imbattibilità e sei punti di vnataggio della capolista.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Il Pagellone del Gando

© RIPRODUZIONE RISERVATA