Connect with us

Il Pagellone del Gando

Il pagellone del Gando: Provenzano si prende il Salso sulle spalle, Borgotaro retrocede mestamente

Il pagellone del Gando: Provenzano si prende il Salso sulle spalle, Borgotaro retrocede mestamente

Quartultimo appuntamento stagionale con "Il pagellone del Gando", una delle rubriche più seguite di Sportparma.com, che come ogni lunedì analizza i fatti principali e i protagonisti, positivi e negativi, che si sono messi in luce nell'ultima giornata del calcio dilettantistico in terra parmense o zone limitrofe, dove stiamo assistendo a un concitato finale di stagione.

Questa settimana sugli scudi l’attaccante del Salso Provenzano, che quasi da solo ha abbattuto il Pallavicino, che al contrario, salvo scivoloni di BettolaPonte e Fidenza, deve dire addio ai sogni di gloria con tre gare da giocare.

PROMOSSI

Marco Provenzano: 9
(Attaccante Salsomaggiore)
Ancora non si può dire se il Salsomaggiore si salverà ma di certo se accadrà gran merito sarà del suo attaccante rivelazione della stagione e protagonisti di una seconda parte di campionato strepitosa. Ieri, con la sua squadra a lungo in 10 ha “giocato per due”, facendo vedere i sorci verdi e battendo quasi da solo il Pallavicino terzo in classifica nel risultato a sorpresa della domenica. Dopo aver ispirato con assist le reti iniziali di Pane e Cornali, nella ripresa ha vanificato i tentativi di rimonta dei verdiani.

Mattia Allodi: 8
(Attaccante Audace)
Chi di tripletta perisce di tripletta ferisce. Dopo averla incassata una settimana fa dal Felino di Pionetti questa volta il tecnico dell’Audace Estasi ha visto uno dei suoi realizzarla. Il 4-1 al Real 2010 vale una storica salvezza in Seconda categoria per la compagine cittadina. E gran merito per questo risultato va al bomber Allodi, ieri a segno tre volte.

Fidenza: 7,5
La coppia Fermi-Franchi si avvicina al traguardo del doppio 20 (sono 17 a testa), la difesa concede poco e nulla, il centrocampo fà la legna che deve fare e Matteassi è una costante fabbrica di occasioni da gol: in questo momento il Fidenza è la squadra più in forma. Anche rispetto alla capolista Bettola dell’ex Franzini, che ha due punti in più ma fiato sul collo molto pesante.

Constant Kassi: 7
(Centrocampista Fidentina)
Difficile scegliere un nome nello scacchiere di Montanini, specie dopo la vittoria di una di quelle gare, contro la Valtarese, in cui tutto ma proprio tutto va bene. Scegliamo questo ragazzino, che ha saltato per infortunio mezzo campionato ma poi si è adattato a giocare più ruoli sempre in modo positivo e ha anche fatto più volte la differenza. Come ieri. Elemento di categoria superiore.

Mattia Musi: 7
(Centrocampista Traversetolo)
Lui invece nella categoria superiore, l’Eccellenza, sta già dimostrando da un po’ di poterci stare. Tra i giovani del Traversetolo si è rivelato, con un campionato in crescendo, uno dei migliori. Nelle ultime partite, con la squadra rimaneggiata e in difficoltà, è stato tra i pochi a salvarsi, ieri nel successo fondamentale sulla Casalese ha segnato il secondo gol, un piccolo capolavoro.

Andrea Pezzini: 7
(Difensore Bibbiano)
Il terzino destro parmigiano di Borgotaro di campionati ne ha vinti diversi e ha sempre giocato in squadre competitive: non è un fuoriclasse dai piedi buoni, visto il ruolo, ma è un vincente. E nonostante gli anni passano corre sempre che è un piacere sulla fascia. Segnando gol pesanti: quattro centri nelle ultime quattro partite: una media da bomber. E il Bibbiano vola.

CombiSalso: 6,5
Vince a Borgotaro in rimonta dopo essere stato sotto, condanna gli avversari alla retrocessione diretta e alimenta le speranze in vista dei playout. Un buon finale di stagione per un CombiSalso che mostra di voler vendere cara la pelle. L’umiltà indispensabile per salvarsi sembra esserci.

Bardi: 6
Sembrava spacciato, non segnava e l’ultimo posto pareva inevitabile. Invece due vittorie in pochi giorni quando il risultato a disposizione era solo uno, il sorpasso ai danni del Real 2010 e la “visione” di un playout che poi sarà aperto ad ogni risultato. Il Bardi non è ancora in Terza.

BOCCIATI

Pallavicino: 5,5
Vabbè che c’era Provenzano travestito da Maradona, ma il Pallavicino mai ci si sarebbe aspettati che avesse perso a Salso, ben sapendo fin da subito delle difficoltà. Con l’esperienza dei vari Ciceri, Melotti e Rastelli, i verdiani hanno spesso ribaltato gare che parevano perse, ma ieri, pur essendo in 10, non ce l’hanno fatta. E a meno di suicidi di BettolaPonte e Fidenza, la promozione in D anche quest’anno non arriverà. Peccato, comunque, perchè la stagione è andata ben oltre le attese.

Felino: 5,5
Idem dicasi. Un pizzico di cattiveria in più nel momento topico e il Felino si troverebbe primo in classifica. Il Cervo ci ha rimesso il primato, ma lo 0-0 di Collecchio, dopo il pari con il Tizzano nel recupero settimanale, ha danneggiato soprattutto il Felino, che ora salvo miracoli difficilmente andrà oltre il terzo posto

Torrile San Polo: 5
Per una volta lasciamo stare il Basilica 2000 ancora sconfitto e parliamo di un’altra compagine del girone B di Prima categoria in caduta libera. Nel girone di andata è stata anche tra le prime, mostrando anche voglia di restarci, poi la squadra ha perso colpi su colpi ed è scesa sempre di più. Il bel campionato scorso non è stato ripetuto. Ora gli uomini di Baldi, quintultimi a 31, sembrano destinati ai playout. Un epilogo che decisamente non era stato preso in considerazione.

Borgotaro: 4
Con una sconfitta interna retrocede mestamente in Seconda categoria dopo sette stagioni consecutive in Prima. Alcune buone, con propositi di alta classifica, alcune più sofferte, ma sempre chiuse con la salvezza. Quest’anno no. E a rendere ancora più brutta la retrocessione il fatto che sia arrivata in casa contro la penultima, nella gara che rappresentava l’ultimissima speranza

CURIOSITA’

Mister Caiulo: buona la prima a Fornovo
A volte ritornano e spesso lo fanno con il botto. Il lavoro di Teodoro Caiulo a Fornovo, in Prima categoria sei stagioni dopo l’ultima esperienza da dilettante con il San Secondo, è appena iniziato, ma sembra averlo fatto col piede giusto visto che i rossoblù hanno battuto l’ostica Bobbiese 2-0.

Meola, l’uomo dei gol pesanti
Manca poco al San Secondo per una nuova salvezza contro pronostico. Squadra un po’ altalenante ma umile e compatta quella bianconera, oltretutto integrata con il paese come non accadeva da anni. Uno degli artefici di questa piccola impresa è Meola, bomber di scorta che più volte è entrato a gate in corso e ha cambiato il corso del match. Ieri gol decisivo del 3-2 al Torrile, sua ex squadra.

Il Rocca 68 brinda al ritorno in Prima categoria
Chi passerà la Pasqua a brindare è senz’altro il Rocca 68. La seconda squadra di Montecchio, con 55 punti in 24 gare, stacca con due giornate di anticipo il pass per il ritorno in Prima categoria. Un campionato dominato quello dei reggiani, che non hanno mai avuto una vera concorrente. Curioso che il successo decisivo sia arrivato a Fontanellato e abbia complicato non poco l’accesso agli spareggi della miglior parmense del girone D di Seconda categoria.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Il Pagellone del Gando

© RIPRODUZIONE RISERVATA