Connect with us

Rugby

Le Zebre si svegliano tardi, La Rochelle vince 27-19 davanti a 12mila spettatori

Le Zebre si svegliano tardi, La Rochelle vince 27-19 davanti a 12mila spettatori

Le Zebre Rugby hanno affrontato questa sera in riva all’Oceano Atlantico la prima sfida di coppa europea EPCR Challenge Cup contro la formazione francese de La Rochelle. L’inedito confronto ha visto i bianconeri scendere in campo senza diversi atleti che riempiono al momento l’infermeria del XV del Nord-Ovest, ma hanno recuperato il pilone Ceccarelli unico ex della sfida avendo vestito la maglia giallonera del club francese per tre stagioni. Davanti ai 12.000 dello Stadio Deflandre –uno degli stadi più caldi di tutta la Francia- Bortolami e compagni controllano la prima touche e attaccano alla mano dalla metà campo ma i francesi ritrovano il possesso grazie ad un fallo ricevuto su una mischia ad introduzione bianconera. Bene le Zebre sul secondo ingaggio nei 22 ospiti con Bortolami a rubare la rimessa dei gialloneri che attaccano con un lungo multifase. Fatica la difesa italiana che controlla due calcetti del mediano Lebail ma concede un piazzato per fuorigioco che Fortassin trasforma per il vantaggio interno. Murimurivalu vince la sfida aerea con Muliaina sulla metà campo ed alimenta l’attacco francese nei 22 ma sale la difesa delle Zebre. Lebail gioca velocemetne un fallo ricevuto in ruck con l’azione dell’ASR che porta in meta al largo destro l’estremo Lapeyre: Fortassin è bravo a trasformare. Al 17° altro fuorigioco della linea italiana con il XV di Collazo che trova la rimessa in attacco. La maul francese avanza e libera il possente numero 8 Qovu per la seconda meta. Monologo dei padroni di casa che usano il piede per mettere ulteriore pressione alle Zebre: Muliaina controlla l’ovale nei 22 ma è costretto ad uscire con lo stesso. Molta indisciplina bianconera con Foley a sanzionare tre volte in pochi minuti la difesa ospite: il pack francese ingaggia anticipatamente sui 5 metri e il XV del Nord-Ovest risale 40 metri ma non riesce a mantenere il possesso per una touche non controllata.
La mischia chiusa sorride ancora ai padroni di casa al 29°: fallo contro le Zebre con i francesi che premono coi propri avanti ma perdono l’ovale a pochi metri dalla segnatura. Burgess esce col possesso e strappa 50 metri prima che l’azione di rimessa francese trovi lo spazio per la segnatura del veloce Murimurivalu. La rimessa italiana è brava a rubare un lancio francese al 36° prima che Padovani trovi un pregevole break centrale.
L’ultimo offload dell’apertura contrastato sui 22 non è preciso. Bernabò è bravo a rubare un altro lancio all’attacco di casa con Meyer ad avanzare in modo pericoloso. I sostegni di Burgess e Bisegni sono efficaci ma il pallone non è controllato ottimamente dal romano sui 22. Il primo tempo si chiude col primo fallo fischiato ai francesi indisciplinati in una ruck.

Il secondo tempo vede un buon ingaggio della mischia italiana che da un ottimo possesso alle Zebre che avanzano prima che Derbyshire sia placcato in modo pericoloso senza che il gioco sia fermato: ne approfittano i francesi che si ripropongono in attacco andando vicino alla meta con Ferrarini costretto ad annullare sotto pressione in area di meta. Le Zebre difendono bene una touche sui 22 costringendo all’in avanti i francesi. Lo scambio di pedate al 50° da territorio ai bianconeri che però subiscono il tenuto con Ferrarini sui 40 metri. La seconda rimessa consecutiva è rubata dalle Zebre che però commettono in avanti. Lo sforzo offensivo dei gialloneri porta ad una serie di mischie nei 22. Dopo diverse fasi è il mediano Fortassin a trovare il varco per segnare la meta del bonus vicino ai pali. Le Zebre possono attaccare per la prima volta con una rimessa nei 22 francesi al 59°: il fallo dei padroni di casa è calciato in touche e la maul italiana riesce a sfondare sbloccando il tabellino con la meta di Toniolatti. Canna non trasforma ma sono ancora le Zebre ad avanzare con il break centrale di D’Apice: l’ovale è calciato in avanti dalla mediana bianconera coi francesi che annullano in area di meta concedendo la mischia ai 5 alle Zebre.
L’indisciplina stavolta è a carico de La Rochelle con Bortolami a chiedere una nuova mischia chiusa. Il pack italiano è performante e riesce a mandare in meta Bisegni bravo a liberarsi e schiacciare l’ovale dietro ai pali: Padovani trasforma per il 27-12 a 10 dal termine.
I bianconeri sembrano controllare la gara nel finale con una buona gestione del gioco al piede ma sono costretti a chiudere in inferiorità numerica per il giallo a Chistolini per un placcaggio irregolare. Al 74° gli avanti bianconeri ingaggiano ottimamente sui propri 22 sventando la pressione francese e risalendo con la propria rimessa sulla metà campo. L’arbitro inglese sanziona il placcatore dei padroni di casa così le Zebre possono giocare un’altra pericolosa rimessa ai 10 metri: avanzano i bianconeri che trovano però solo una mischia a favore ai 5 metri.
Arrivano in rapida successione quattro falli consecutivi contro il pack francese: le Zebre introducono l’ovale con Foley che fischia ancora ammonendo Atonio. Ci vogliono sei falli perché il direttore di gara dia la meritata meta tecnica alle Zebre Rugby con Padovani che fissa il finale sul 27-19. Per le Zebre è la seconda sconfitta nell’edizione 2015/16 della Challenge Cup che vedrà nuovamente le due squadre sfidarsi sabato prossimo a campi invertiti sul manto dello Stadio Lanfranchi di Parma.

LE DICHIARAZIONI – Le parole dell’head coach Gianluca Guidi al termine del match: ”Ripartiamo dalla Francia con le certezze degli ultimi 20 minuti dove la squadra -anche in inferiorità numerica- ha messo in campo lo spirito che era necessario anche dall’inizio gara. Avevamo optato per un po’ di turn-over e sono contento che qualcuno abbia sfruttato questa opportunità. Abbiamo segnato tre mete in 20 minuti con i nostri avanti rivaleggiando con la mischia -punto di forza de La Rochelle- con Lovotti, D’Apice e Ceccarelli che fanno molto bene. Purtroppo abbiamo regalato due mete ai nostri avversari con azioni di ripartenza dopo il nostro possesso. Prepariamoci alla gara di ritorno dove i francesi vorranno sicuramente una rivincita dopo il nostro buon finale”.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 14 Dicembre alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la sfida valida per il quarto turno della EPCR Challenge Cup: sabato 19 Dicembre alle 15.00 il XV del Nord-Ovest ospiterà la formazione francese dell’Atlantique Stade Rochelais allo Stadio Lanfranchi di Parma.
Atlantique Stade Rochelais – Zebre Rugby 27-19 (pt 20-0)

Marcatori: 11‘ cp Fortassin (3-0); 15’ m Lapeyre tr Fortassin (10-0); 19‘ m Qovu (15-0); 33’ m Murimurivalu (20-0); s.t. 18‘ Fortassin tr Lebail (27-0); 12’ m Toniolatti (27-5); 19‘ m Bisegni tr Padovani (27-12); 40’ m tecnica tr Padovani (29-19);

Atlantique Stade Rochelais: Lapeyre, Luteau (23’ s.t. Januarie), Roudil (11’ s.t. Barraque), Hingano, Murimurivalu (5’ s.t. Raivono), Fortassin, Lebail; Qovu (23’ s.t. Guyot), Kieft (cap) (40’ s.t. Synaegel), Sazy, Cedaro, Lagrange (5’ s.t Graham), Atonio (4’ s.t. Bazadze, 30’ s.t. Atonio), Gau (4’ s.t. Seneca), Synaeghel (4’ s.t. Geledan) All.Collazo
Zebre Rugby: Muliaina, Van Zyl (7’ s.t. Toniolatti), Bisegni, Pratichetti (17’ s.t. Canna), Visentin (33’ s.t. Ceccarelli), Padovani, Burgess (16’ s.t. Palazzani); Derbyshire (4’ s.t. Cristiano, 10’ s.t. Derbyshire, 13’ s.t. Cristiano), Meyer, Ferrarini (17’ s.t. Ruzza), Bortolami (cap), Bernabò, Ceccarelli (5‘ s.t. Chistolini), Coria (5‘ s.t. D’Apice), De Marchi (14‘ s.t. Lovotti) All.Guidi

Arbitro: Tom Foley (Rugby Football Union)
Assistenti: Andrew Small e Roger Baileff (entrambi Rugby Football Union)
Cartellini: al 32° s.t. giallo a Chistolini (Zebre Rugby), al 40° s.t. giallo ad Atonio (Atlantique Stade Rochelais)
Calciatori: Fortassin (Atlantique Stade Rochelais) 2/4, Lebail (Atlantique Stade Rochelais) 1/1, Canna (Zebre Rugby) 0/1, Padovani (Zebre Rugby) 2/2,
Note: Cielo sereno. Temperatura 11°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 10000 circa. Esordio nelle coppe europee per Ruzza
Man of the match: Murimurivalo (Atlantique Stade Rochelais)
Punti in classifica: Atlantique Stade Rochelais 5, Zebre Rugby 0

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Rugby

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -
Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -

Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi