Connect with us

Rugby

Super10. BancaMonte sciupona, Futura Park cinica

Super10. BancaMonte sciupona, Futura Park cinica

I gialloblù pagano a caro prezzo i molti palloni caduti in attacco e ben tre gialli. La Roma ora è terza parimerito con la Rugby Parma incalzata anche da Prato che prende cinque punti a Treviso. Rinviate per neve le partite di Parma e Viadana

Anno nuovo, abitudini vecchie. La Rugby Parma non ne vuol sapere di vincere partite lontano da Moletolo e deve inchinarsi alla Rugby Roma Olimpic che con questo successo allunga a cinque la striscia di vittorie e va ad agguantare i gialloblù al terzo posto. Una partita che Vosawai e compagni hanno avuto a portata di mano ma che i padroni di casa hanno portato a casa grazie alle superiorità numeriche. La sintesi è: Roma ha difeso bene, Parma ha attaccato male con molti palloni persi in avanti. Una cattiva gestione del possesso che ha portato i gialloblù ad una supremazia sterile nel primo tempo con tre occasioni non sfruttate per off load caduti. Primo tempo dunque avaro di punti, anche perché la Roma non si è vista vicino alla linea di meta, che ha rischiato di terminare col risultato ad occhiali se non fosse per un piazzato di Irving, che continua a fallire il primo piazzato a disposizione nella partita, poco dopo la mezzora.
La ripresa non inizia nel migliore dei modi per il XV gialloblù che al 12’ perde Tejeda per dieci minuti. Con l’uomo in meno entra Giazzon per le fasi statiche ma cinque minuti dopo subisce la stessa sorte e Roma ne approfitta per segnare la prima meta con Persico che va a schiacciare su un drive dai cinque metri. Proprio il giallo a Giazzon è oggetto di contenzioso in campo e la partita si ferma per diversi minuti. La Roma chiedeva che i gialloblù inserissero il 23° uomo, un pilone, per poter giocare la mischia, Parma ha invece giocato temporaneamente mischie no-contest sostenendo che in quel caso, pur avendo un uomo di prima linea in panchina, il tallonatore può essere sostituito solo da un tallonatore. La società romana ha comunque preannunciato protesto, ma se lo farà dovrebbe essere rigettato in quanto la regola 3.15 comm b e c del regolamento di gioco parla esplicitamente di giocatore infortunato e fornisce chiare indicazioni sul fatto che, in quel caso, il giocatore subentrante debba “essere adeguatamente preparato e con la dovuta esperienza” (nella fattispecie non vi era da sostituire un giocatore infortunato ed in ogni caso Romano non poteva certo giocare tallonatore). I ducali provano con orgoglio ma sempre con imprecisione e possono contare solo su un altro piazzato di Irving per arrivare a meno uno. Poco prima dello scadere però, è ancora un giallo, questa volta a Thrower subentrato ad inizio gara a Rubini infortunato al ginocchio, che penalizza i gialloblù. Roma gioca una punizione in touche nei ventidue, imposta un drive che Parma riesce a contenere, l’attacco scivola, si forma un altro punto d’incontro e D’Apice riesce a trovare il varco giusto in mezzo ai due. Fortunatamente Freschi fallisce la non facile trasformazione così che la Rugby Parma può incamerare un punticino per muovere la classifica ma è un’altra occasione persa in considerazione della superiorità territoriale del primo tempo.
Occorrerà attendere l’esito dei recuperi di Gran-Petrarca e Viadana-L’Aquila per capire di quanto si sarà modificata sia lotta playoff che quella retrocessione. La vittoria a Rovigo del Venezia obbligherà ad un surplus di determinazione i blucelesti, mentre i rodigini dovranno verificare le loro ambizioni in una partita estremamente delicata come quella di domenica prossima al XXV Aprile contro la Rugby Parma che ora si vede tallonata anche dal Prato autore di una gran vittoria a Treviso.

Tabellino

Futura Park Rugby Roma – Banca Monte Parma 12-6 (pt 0-3)
Marcatori: Pt 34’cp Irving. St 19’m. Persico tr Freschi; 28’cp Irving; 40’mnt D’Apice
Rugby Roma: Bernardi; Reid, Valcastelli, Gauthier, Rotella; Freschi, Vannini; Bernabò, Persico, Cicchinelli (36’Saccardo); Pegoretti (33’st Boscolo), German; Rawson (39’st Paoletti), D’Apice, De Gregori (29’st Vigne Donati). Ne: Damiani, Raineri, Manozzi.
Rugby Parma: Rubini (3’ Thrower); Quartaroli, Emerick, Pavan G., Pavan R.; Irving, Ireland; Vosawai, Favaro, Soffredini (13’st Giazzon); Lewaravu, Mandelli; Nebbett, Tejeda, De Marchi (14’st Coletti, 43’st De Marchi). Ne: Romano, Tveraga, Mannato, Patelli, Iannone.
Arbitro: Sig. Damasco (Napoli)
Note: giallo a Tejeda (12’st); Giazzon (17’st), Thrower (4o’st). Calci: Freschi Cp 0/1, Tr 1/2); Irving Cp 2/3. Spettatori circa 500.
Man of the match: D’Apice (Roma)
Punti conquistati in classifica: Rugby Roma 4 Rugby Parma 1

Risultati 1^ ritorno
Femi CZ Rovigo – Casinò di Venezia 12-16 (1-4)
Futura Park Roma – BancaMonte Rugby Parma 12-6 (4-1)
Benetton Treviso – Consiag I Cavalieri Prato 24-30 (1-5)
MPS Viadana-Ferla L’Aquila e Plusvalore Gran Parma-Petrarca Padova rinviate per neve

Classifica: Benetton Treviso punti 35; MPS Viadana 30; Banca Monte Parma, Futura Park Roma 27; Consiag I Cavalieri Prato e Femi CZ-Rovigo 25; Petrarca Padova 24; Ferla L’Aquila 14; Casinò di Venezia 12; Plusvalore Gran Parma 11.
(Viadana, Padova, L’Aquila e Gran una partita in meno, Prato 4 punti penalizzazione)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Rugby

© RIPRODUZIONE RISERVATA