Connect with us

Rugby

6 Nazioni: tre cambi nell’Italia che domani sfida l’Irlanda

6 Nazioni: tre cambi nell’Italia che domani sfida l’Irlanda

Tre i cambi nel XV titolare della Nazionale Italiana Rugby annunciato oggi dal CT Conor O’Shea per la seconda giornata del NatWest 6 Nazioni 2018, in programma sabato alle 14.15 locali all’Aviva Stadium di Dublino contro l’Irlanda.
L’incontro sarà trasmesso in diretta da DMAX canale 52 dalle 14.30 italiane, con calcio d’inizio alle 15.15.
La partita sarà visibile anche tramite la piattaforma DPlay, sul sito internet della FIR (www.federugby.it) e all’interno dell’applicazione ufficiale della Federazione per iOS e Android.

Il CT azzurro, alla prima volta da avversario sul prato che lo ha visto a lungo beniamino del pubblico in maglia verde, conferma in blocco la mediana Allan-Violi e la linea arretrata targata Zebre, con il solo Benvenuti, all’ala, proveniente dalla Benetton Rugby.

Tutto biancoverde, eccezion fatta per il parigino capitan Parisse, il pacchetto di mischia di cui entrano a far parte dal primo minuto il flanker Abraham Steyn, il tallonatore Luca Bigi – per lui esordio dall’inizio nel Torneo – e il pilone sinistro Nicola Quaglio, alla prima volta assoluta da titolare in Nazionale dopo tre apparizioni dalla panchina.

A Dublino, dall’ingresso nel 6 Nazioni, l’Italia non ha mai conquistato un risultato utile ma, nel vecchio Lansdowne Road, gli Azzurri vantano 3 vittorie negli Anni ’90, proprio contro l’Irlanda in cui militava Conor O’Shea.

Il computo degli scontri diretti parla di 4 vittorie italiane e 23 irlandesi, con l’ultima affermazione azzurra risalente al 16 marzo 2013 all’Olimpico.

Il XV in verde allenato da Joe Schmidt, al debutto in casa dopo avere superato a tempo scaduto la Francia a Parigi nel match inaugurale del Torneo grazie ad un drop del numero 10 Johnny Sexton, occupa al momento il terzo posto in classifica dietro a Inghilterra e Scozia e analoga posizione Best e compagni possono vantare nel ranking World Rugby, alle spalle dei Campioni del Mondo della Nuova Zelanda e dell’Inghilterra.
Arbitra il test di sabato il francese Romain Poite, che ha diretto l’Italia, nel corso della propria carriera, in altre undici occasioni.

LA CONFERENZA PRE PARTITA DI O’SHEA
Conor O’Shea mantiene il proprio positivo realismo a quarantotto ore dal secondo turno del NatWest 6 Nazioni.
“Lo sport è strano, l’energia di una gara può cambiare rapidamente. Penso alla nostra gara della settimana scorsa contro gli inglesi: dopo la meta giustamente non concessa a Boni per un in avanti segnalato dal TMO la partita è cambiata nel volgere di pochi secondi e da un possibile 17-20 ci siamo ritrovati sul 10-27. La nostra squadra sta imparando che ogni momento conta, e imparandolo dobbiamo continuare ad alzare il nostro livello di gioco” ha detto il CT dell’Italia.

“Quella di sabato per noi è una grande sfida, l’Irlanda può contare su una rosa di incredibile qualità e sappiamo che ci sarà da placcare molto lungo gli ottanta minuti. Ma posso garantirvi che l’Italia spenderà ogni singola goccia di energia sulla strada per continuare il proprio cammino. Questo gruppo guarda al futuro, ma un grande desiderio di togliersi qualche soddisfazioni importante anche nel breve termine” ha aggiunto O’Shea.

“Non sarei motivato e pieno di energia – ha proseguito il tecnico irlandese dell’Italia – se non fossi consapevole che stiamo apportando i cambiamenti necessari al nostro sistema, se non avessi piena coscienza che il rugby italiano ha un futuro davanti a sé. Stiamo lavorando per portare l’Italia ad essere la nazione rugbistica che merita di essere”.

Questa la formazione dell’Italia:

15 Matteo MINOZZI (Zebre Rugby Club, 4 caps)
14 Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 46 caps)
13 Tommaso BONI (Zebre Rugby Club, 9 caps)
12 Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 6 caps)
11 Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club, 9 caps)
10 Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 34 caps)
9 Marcello VIOLI (Zebre Rugby Club, 9 caps)*
8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 130 caps) – capitano
7 Abraham STEYN (Benetton Rugby, 17 caps)
6 Sebastian NEGRI DA OLEGGIO (Benetton Rugby, 3 caps)
5 Dean BUDD (Benetton Rugby, 7 caps)
4 Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 100 caps)
3 Simone FERRARI (Benetton Rugby, 9 caps)
2 Luca BIGI (Benetton Rugby, 7 caps)
1 Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby, 3 caps)

A disposizione
16 Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 90 caps)
17 Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 21 caps)
18 Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 3 caps)
19 Federico RUZZA (Benetton Rugby, 3 caps)
20 Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 12 caps)
21 Edoardo GORI (Benetton Rugby, 66 caps)
22 Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 26 caps)
23 Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 4 caps)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Rugby