Entra in contatto:

Rugby

Antoine Koffi è il primo rinforzo dell’HBS Colorno

Antoine Koffi è il primo rinforzo dell’HBS Colorno

Con l’ufficializzazione del primo innesto per la stagione di Peroni Top10 2021/22, si apre ufficialmente la campagna acquisti biancorossa. E’ l’ex Rugby Calvisano Antoine Kouassi Koffi, terza linea classe ’99 di grande talento, il primo rinforzo dell’HBS Colorno di Casellato e Frati.

Nativo della provincia di Cuneo, Koffi completa il proprio percorso nelle giovanili all’Amatori Parma e poi si trasferisce all’Accademia U18 di Remedello. Di qui il passaggio all’Accademia Ivan Francescato, seguito dall’esordio ufficiale in massima serie col Rugby Calvisano, club con cui gioca per tre stagioni vincendo anche uno scudetto. Nell’ultimo campionato Koffi ha accumulato in maglia giallonera 19 presenze, marcando 2 mete. In grado di ricoprire i ruoli di Flanker e Numero 8, Antoine vanta anche diverse presenze in Nazionale U17 e U20. Con quest’ultima ha disputato due Mondiali e due Sei Nazioni di categoria.

“Mi appresto a iniziare un nuovo capitolo della mia vita professionale e sono molto felice di riavvicinarmi a casa”, esordisce Koffi. “Ho sempre visto Colorno come un club ambizioso e ne ho sempre sentito parlar bene a livello societario e organizzativo. Gli impianti sono ottimi e avremo a disposizione uno dei migliori staff tecnici del Campionato”.

“Sono entusiasta, credo che Casellato e Frati siano due allenatori in grado di far crescere tanto la squadra”, continua il neo-acquisto dell’HBS. “A Colorno voglio potermi affermare in Top10 e diventare un punto di riferimento per i compagni in una rosa molto giovane. Spero di poter dare una mano con la mia esperienza e il mio stile di gioco”.

“Siamo molto felici della sua scelta”, commenta il Director of Rugby Stefano Romagnoli. “E’ un ragazzo che conosco molto bene e che ho allenato quando era molto giovane. Ha fatto un buon percorso affermandosi con la Nazionale U20. Credo che in questo momento lui debba ritrovare motivazioni e il piacere di giocare a rugby. Di lui ci sono piaciute le doti di avanzamento palla in mano e di sostegno nel gioco, inoltre lavora ottimamente nel breakdown”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby