Connect with us

Rugby

Challenge Cup: le Zebre giocano solo un tempo, Gloucester vince 23-10

Challenge Cup: le Zebre giocano solo un tempo, Gloucester vince 23-10

Le Zebre hanno fatto il loro esordio nell’edizione 2015/16 della coppa europea EPCR Challenge Cup a Gloucester. A distanza di 12 mesi Bortolami e compagni sono tornati nello stadio teatro della coppa del mondo appena conclusa affrontando, come nella passata stagione, la formazione inglese campione in carica del torneo nel primo turno della Pool 4. Rispetto all’unico precedente tra le due squadre al Kingsholm Stadium i padroni di casa si sono presentati con una formazione radicalmente diversa che ha visto l’esordio ufficiale della seconda linea All Blacks Thrush,. Per le Zebre invece in campo tre ex di turno: il pilone Chistolini, il tallonatore D’Apice e il capitano Bortolami. La prima occasione per sbloccare il tabellino è per le Zebre che calciano in touche un fallo con Padovani ma la rimessa in attacco è rubata. La gara si sblocca all’ottavo minuto: Burns supera la linea delle Zebre con un chip. La stessa apertura raccoglie l’ovale coi compagni poi abili a sfruttare il sovrannumero al largo sinistro per segnare la prima meta con Purdy.

Al 12° Chistolini è sanzionato in mischia e Gloucester va per la rimessa in attacco, la maul inglese porta in meta Moriarty. Le Zebre provano a rendersi pericolose con un lungo multifase; è ottima la difesa inglese che intercetta l’ovale e trova un altro fallo in ruck ma questa volta i bianconeri difendono bene la rimessa trovando il turn-over. L’indisciplina sui punti d’incontro costa altri tre punti alle Zebre con Burns a piazzare da posizione centrale a metà tempo. Reagiscono i bianconeri al 24° con Violi a giocare un fallo in velocità: il multifase porta il vantaggio ai 5 metri ma la difesa di coach Fisher recupera l’ovale e libera la pressione andando ancora vicino alla meta al 26°: il fallo a favore fischiato dall’arbitro Brace viene trasformato da Burns per il 18-0. Il primo tempo si chiude con la terza meta dei Cherry & Whites che colpiscono con una pregevole azione alla mano che parte dai propri 22 e, dopo 4 pregevoli ricicli, porta in meta McColl al largo destro.

I padroni di casa continuano a mettere pressione alle Zebre con una mischia ai 5 metri ad inizio ripresa; brava la difesa italiana a controllare i pick & go, recuperare l’ovale e vincere la mischia successiva. Avanzano i bianconeri con una buona carica di Leonardo Sarto che si chiude con un fallo inglese che costa il giallo a Ludlow. Il XV di Guidi sfrutta la superiorità numerica per portare 10 punti al tabellino: Bortolami e compagni costruiscono una ottima maul fermata in modo scorretto ai 5 metri. Dopo due ingaggi Brace concede la meta tecnica al XV del Nord-Ovest che costringe poi al tenuto l’attacco inglese al 55°. Zebre padrone del campo: prima un’azione d’attacco nei 22 del Gloucester si conclude con l’in avanti di Meyer e poi al 60° un fallo ottenuto in mischia chiusa viene piazzato da Padovani dai 22 in zona centrale. Ristabilita la parità numerica Gloucester prova a segnare con una rimessa nei 22 ma i gli avanti italiani prima rubano il lancio e poi vincono un’altra mischia al 64°. Molto aggressiva la difesa ospite sui punti d’incontro con Laidlaw costretto a concedere il fallo: Canna gioca velocemente il contrattacco lanciando in modo efficace Leonardo Sarto fermato sull’out sinistro. Gli inglesi cercano la quarta meta del bonus con una rimessa ottenuta dopo un fallo in ruck sulla metà campo fischiato a Caffini ma il possesso è perso in avanti da Stooke. Gloucester trova territorio col break di Atkinson che frutta un fallo della difesa italiana. Si entra così nell’ultimo minuto con un’altra rimessa inglese ai 5 metri: la difesa delle Zebre concede però solo una mischia. A tempo scaduto Gloucester decide di giocare un nuovo ingaggio dopo un fallo ma è la mischia italiana a vincere la contesa. Finisce con una vittoria per i padroni di casa che guadagnano 4 punti nella classifica della Pool 4.

LE DICHIARAZIONI – Le parole dell’head coach Gianluca Guidi al termine del match: ”Peccato per il risultato finale: nel secondo tempo la squadra avrebbe potuto fare il punto ma abbiamo sbagliato approccio nel primo tempo. Nonostante il vento a favore abbiamo concesso un parziale di 23 punti che ci ha penalizzato. Nella ripresa abbiamo reagito bene giocando un buon rugby dimostrando di non essere inferiori ai campioni in carica di questo torneo. Dobbiamo capire che se vogliamo rivaleggiare in questa coppa europea approccio alla partita, lanci in touche e liberazione al piede devono essere di qualità. E’ stata comunque una prestazione piena di contenuti soprattutto nel secondo tempo dove siamo ripartiti con la nostra difesa ed una forte conquista. Questa coppa ci dice che possiamo dire la nostra in questo girone dove affronteremo una gara alla volta: c’è rammarico per il punto sfuggito quest’oggi”.

Le Zebre si ritroveranno martedì 16 Novembre alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la sfida valida per il secondo turno della EPCR Challenge Cup: sabato 21 Novembre alle 15.00 il XV del Nord-Ovest ospiterà la formazione inglese dei Worcester Warriors allo Stadio Lanfranchi di Parma.
Gloucester – Zebre Rugby 23-10 (p.t. 23-0)

Marcatori: 8‘ m Purdy (5-0); 13’ m Moriarty tr Burns (12-0); 21‘ cp Burns (15-0); 28’ cp Burns (18-0); 38‘ m McColl (23-0); s.t. 12‘ m tecnica tr Padovani (23-7); 20’ cp Padovani (23-10);

Gloucester: Cook; McColl, Meakes (19’ s.t. Trinder), Atkinson, Purdy; Burns, Braley (26‘ s.t.Laidlaw); Ludlow, Rowan (28’ s.t. Thomas D.)(cap), Moriarty, Thrush (26‘ s.t. Hicks), Stooke, Doran-Jones (28’ s.t. Thomas N.), Lindsay (14’ s.t. Dawidiuk), Thomas Y. (14’ s.t. Murphy) (Non entrato: Thorley) All.Fisher
Zebre Rugby: Palazzani, Berryman, Bisegni (20’ s.t. Toniolatti), Pratichetti, Sarto L.,Padovani (23’ s.t. Canna), Violi (26‘ s.t. Burgess); Ferrarini, Meyer, Sarto J. (24’ s.t. Caffini), Bortolami (cap) (16‘ s.t. Biagi), Bernabò, Chistolini (5‘ s.t. Ceccarelli), D’Apice (5’ s.t. Fabiani), Lovotti (25’ s.t. De Marchi) All.Guidi

Arbitro: Andrew Brace (Irish Rugby Football Union)
Assistenti: Stuart Gaffikin e John Carvill (entrambi Irish Rugby Football Union)
TMO: Dermot Moloney (Irish Rugby Football Union)
Cartellini: 8’ s.t. giallo a Ludlow (Gloucester)
Calciatori: Burns (Gloucester) 3/5, Padovani (Zebre Rugby) 2/2
Note: Pioggia e vento. Temperatura 12°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 9973. Esordio nelle coppe europee per Canna, Ceccarelli e Meyer.
Man of the match: Burns (Gloucester)
Punti in classifica: Gloucester 4, Zebre Rugby 0

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Rugby

© RIPRODUZIONE RISERVATA