© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Rugby

Challenge Cup: niente da fare, Zebre sconfitte a Bristol 59-21

Challenge Cup: niente da fare, Zebre sconfitte a Bristol 59-21

L’avventura in Challenge Cup inizia con una sconfitta. All’Ashton Gate Stadium di Bristol, le Zebre Rugby entrano in campo con lo spirito giusto, mostrandosi attente in difesa e padrone del gioco tattico nelle fasi iniziali della partita. A sbloccare il match è l’ala Azzurra Mattia Bellini che al 7’ buca la difesa inglese da una situazione di ripartenza dopo una schermaglia al piede tra le due formazioni. La reazione degli Inglesi è però immediata e rabbiosa. I Bristol Bears condurranno i restanti 30’ del primo tempo, punendo con cinque pesanti mete una difesa italiana eccessivamente morbida e a tratti fallosa. Al 23’ la squadra allenata da Pat Lam ha già guadagnato il punto di bonus offensivo e sarà anche autrice di un’ultima marcatura a tempo scaduto. Le due compagini rientrano negli spogliatoi su un pesante 38 a 7 a favore dei padroni di casa.

Nel secondo tempo sono i Bristol Bears i primi ad andare a segno. Dopo aver siglato la loro sesta meta nel match, gli Inglesi possono rifiatare e fanno entrare ben sei uomini in campo nei primi 15’ della ripresa. Le Zebre di contro crescono, alzano il ritmo e nei minuti centrali riusciranno a mettere alle corde i rivali, costretti a concedere diversi calci di punizione. Ludovic Cayre estrae il giallo in ben due occasioni e a farne le spese è Ed Holmes prima (54’) e James Dun poi (68’), entrambi entrati dalla panchina. Ne approfittano i giocatori multicolor che in situazione di superiorità numerica feriscono la difesa dei padroni di casa con un raccogli-e-vai vincente di Apisai Tauyavuca e ancora con una poderosa spinta in mischia chiusa che regalerà agli ospiti la meta tecnica al 74’. Nell’intermezzo, una marcatura alla bandierina sfiorata con Maxim Mbandà servito da un passaggio a largo di Pierre Bruno e l’esordio ufficiale con la maglia della franchigia federale di Lorenzo Masselli. Ripristinata la parità in campo, I Bristol Bears troveranno due ultime mete allo scadere che decreteranno il punteggio finale di 59 a 21 per la squadra allenata da Pat Lam.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 18 novembre alla Cittadella del Rugby di Parma, aprendo la settimana di allenamenti in vista del secondo turno di Challenge Cup, in programma sabato 23 novembre allo Stadio Lanfranchi di Parma contro i Parigini dello Stade Français.

 

BRISTOL BEARS – ZEBRE 59-21 (pt 38-7)
Marcatori: 7’ Bellini tr Canna (0-7), 14’ Capon tr Lloyd (7-7), 17’ Frincker tr Lloyd (14-7); 23’ O’Conor tr Lloyd (21-7); 23’ Lloyd tr Lloyd (28-7); 32’ cp Lloyd (31-7); Thomas D. tr Lloyd (38-7) s.t. 44’ Capon tr Lloyd (45-7); 65’ Tauyavuca tr Canna (45-14); 74’ m. tecnica Zebre Rugby (45-21); 77’ Powell tr Lloyd (52-21); 80’ Uren tr Sheedy (59-21)

Bristol Bears: Piutau C. (45’ Sheedy), Morahan, O’Conor (49’ Powell), Piutau S. (Cap), Frincker, Lloyd (78’ Uren), Randall, Hamilton, Thomas D., Vui (54’ Hawkins), Joyce, Holmes (65’ Dun), Lahiff (50’ Thiee), Capon (50’ Thacker), Thomas Y. (50’ Lay). All. Pat Lam
Zebre Rugby Club: Padovani, Bruno, Bisegni, Boni, Bellini (40’ Elliott), Canna, Violi (65’ Palazzani), Giammarioli, Tauyavuca, Mbandà (64’ Masselli), Biagi (Cap) (62’ Krumov), Sisi, Zilocchi (57’ Bello), Manfredi (57’ Fabiani), Fischetti (57’ Rimmpelli). All. Bradley
Arbitro: Ludovic Cayre (Fédération Française de Rugby)
Calciatori: Carlo Canna (Zebre Rugby Club) 2/2; Ioan Lloyd (Bristol Bears) 8/8; Callum Sheedy (Bristol Bears) 1/1
Cartellini: 54’ giallo a Ed Holmes (Bristol Bears), 68’ giallo a James Dun (Bristol Bears)
Punti in classifica: Bristol Bears 5, Zebre Rugby Club 0
Note: Cielo parzialmente nuvoloso. Temperatura 6°. Terreno in ottime condizioni. Esordio in European Rugby Challenge Cup per Pierre Bruno, Danilo Fischetti, Marco Manfredi e Lorenzo Masselli. Prima apparizione ufficiale con le Zebre per Lorenzo Masselli.

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Rugby