Entra in contatto:

Rugby

Colorno abbraccia la nazionale femminile di rugby. Domenica la sfida contro la Francia

Colorno abbraccia la nazionale femminile di rugby. Domenica la sfida contro la Francia

Questa mattina Colorno ha dato il benvenuto alla squadra femminile italiana che domenica 12 marzo affronterà la Francia allo Stadio “Sergio Lanfranchi” di Parma alle ore 15.00, partita valida per il 6 Nazioni Femminile 2017.

A fare gli onori di casa Valerio Manfrini, Assessore allo Sport di Colorno, il quale ha dichiarato: “Siamo orgogliosi che Colorno abbia elementi importanti che fanno parte della nazionale femminile di rugby. Verremo sicuramente tutti allo stadio per vedervi giocare”. Successivamente hanno preso la parola i consiglieri federali FIR Erika Morri, molto felice di essere presente sugli spalti per vedere la nazionale giocare, e Stefano Cantoni: “A Novembre è stata accettata la candidatura del Rugby Colorno ed è stato motivo di grande soddisfazione. Faccio anche io parte del Rugby Colorno e a questo evento stanno lavorando tante persone perché ci sentiamo a casa. Gradiremmo che anche voi domenica vi sentiate a casa. Per me voi siete la nazionale che rappresenta meglio il nostro consiglio. Buona fortuna e un grande in bocca al lupo”. Ivano Iemmi, Presidente del Rugby Colorno FC, emozionato nel vedere le ragazze della nazionale a Colorno, ha affermato: “Per me è un sogno avervi qui. Stiamo lavorando molto con il settore femminile. Tutte le nostre ragazze hanno come primo obiettivo quello di raggiungere, prima o poi, la nazionale italiana”.

È stato poi presentato da Salvatore Salerno, Presidente del Premio “Campione del Primo Tricolore”, il premio Woman of the Match e il premio per la Federazione Italiana, consegnato alla coordinatrice dell’attività femminile Maria Cristina Tonna. I premi sono stati realizzati entrambi dall’artista Rino Fadani. Inoltre è stato presentato il “Trofeo Garibaldi”, realizzato da Salvatore Abbate ed omonimo di quello che viene messo in palio dal 2007 tra le nazionali maschili di Italia e Francia, ma dedicato non a Giuseppe bensì ad Anita, personaggio che ben si accosta con le moderne eroine della palla ovale. Il Trofeo è stato fortemente voluto dalla Federazione Rugby e dalla Fondazione Giuseppe Garibaldi, in collaborazione con l’Associazione Mille Donne per l’Italia e al Premio Tricolore.

Ha poi preso la parola Renato Gaeta, il quale ha presentato l’associazione Sostegno Ovale Onlus, social partner dell’evento di domenica, e che sarà presente allo stadio con uno stand informativo e per vendere i propri gadget.

Andrea Di Giandomenico, Coach della Nazionale, ha spiegato che si sente a casa in ogni campo da rugby calcato dalle donne e che per la federazione è sempre stato un sogno partecipare a questo prestigioso torneo: “E’ una partita impegnativa perché la Francia è tra le migliori del mondo e sappiamo che sarà una partita molto difficile. In questi giorni stiamo lavorando molto e ci stiamo impegnando. Per me la formazione che scende in campo è fatta di tutte e 23 le ragazze convocate”.

Il XV titolare dell’Italia: Cucchiella, Bettoni, Ferrari, Pillotti, Trevisan, Cammarano, Locatelli, Giordano, Barattin, Rigoni, Magatti, Stefan, Cioffi, Sillari e Furlan. A disposizione: Gai, Giacomoli, Este, Arrighetti, Federighi, Madia, Bonaldo e Zangirolami.

Le ragazze hanno poi fatto un giro tra le aule dell’ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina con sede proprio nella Reggia di Colorno. Andrea Sinigaglia ha fatto un parallelo tra la cucina e il rugby: “Abbiamo accettato questa collaborazione perché, per prima cosa, ci piace quando c’è l’Italia di mezzo; secondo, l’idea di battere la Francia ci piace ancora di più; terzo, ci sono tante affinità tra quello che si fa in campo e quello che si fa in cucina. Anche in cucina, come in campo, da soli non si va da nessuna parte”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby