Entra in contatto:

Rugby

Zebre: David Williams è il nuovo allenatore della trequarti

Zebre: David Williams è il nuovo allenatore della trequarti

Le Zebre continuano a consolidare il progetto tecnico intrapreso per le prossime stagioni aggiungendo un importante innesto nello staff degli allenatori. Si tratta del 44enne sudafricano David Williams, tecnico dell’attacco e dei trequarti che in passato ha seguito squadre del calibro di Bath, Sharks, Southern Kings, Cheetahs e Kobelco Steelers, formazioni militanti rispettivamente nella Premiership inglese, nel massimo campionato australe Super Rugby, nel torneo internazionale Guinness PRO14 e nella prima divisione giapponese Japan Top League.

Williams ricoprirà lo stesso incarico per la franchigia parmigiana con cui sarà legato fino al 30 giugno 2024. Lo specialista dell’attacco e dei trequarti si aggiunge ad uno staff tecnico che, oltre alla presenza del capo allenatore Fabio Roselli e dell’allenatore degli avanti Emiliano Bergamaschi, vede anche la riconferma per la prossima stagione di Aldo Birchall come tecnico della difesa.

Salgono dunque a quattro gli allenatori delle Zebre che per tutta la stagione 2022/23 presiederanno le sessioni di lavoro alla Cittadella del Rugby di Parma collaborando a stretto giro con lo staff dell’Accademia federale aggregata al XV del Nord Ovest presieduta da Roberto Santamaria.

Le prime dichiarazioni di David Williams, neo-tecnico dell’attacco e dei trequarti delle Zebre Rugby: “Io e la mia famiglia siamo molto felici di poter iniziare questa nuova esperienza in Italia alle Zebre. E’ un privilegio unirmi al club, non vedo l’ora di raggiungere Parma, incontrare di persona giocatori e staff e prepararci al meglio per la prossima stagione. Conoscere da vicino il rugby italiano sarà una bella opportunità. Condividerò con lo staff tecnico delle Zebre le mie esperienze e le mie conoscenze per contribuire a sviluppare uno stile di gioco condiviso e riconoscibile all’interno del club e da fuori. Lavorerò con Fabio e con gli altri allenatori per progettare e costruire un modello che ci contraddistingua e una mentalità che supporti tutta l’organizzazione. In secondo luogo, sento la responsabilità di ispirare e aiutare i giocatori italiani nel loro percorso di crescita e affermazione con la Nazionale”.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby