Entra in contatto:

Rugby

Giancarlo Dondi e la sua vita nel rugby, presentato il libro ricordo

Giancarlo Dondi e la sua vita nel rugby, presentato il libro ricordo

La mia vita nel rugby. La vita è quella di Giancarlo Dondi, ottant’anni domenica di cui tre quarti trascorsi nel mondo ovale raccontati nel libro a cura di Gian Franco Bellè che per sei anni è stato capo ufficio stampa della Fir, gli ultimi sei dell’epopea dondiana. Un libro in guisa di album con domande e risposte, ricordi, memorie fotografiche presentato questa mattina nella sala riunioni della “sua” società ovvero quella Rugby Parma nella cui club house campeggia una sua gigantografia e di cui Dondi ha fatto parte come giocatore, dirigente e presidente. Una sala piena all’inverosimile di ex compagni e dirigenti, giornalisti e con il gotha del mondo ovale italiano, dal presidente federale Gavazzi, al vice Saccà, al consigliere Cantoni passando per il ct azzurro Brunel col team manager Troiani e tanti altri. Ad accompagnare la presentazione con il loro saluto e ricordo sono stati l’attuale presidente della Rugby Parma, Bernardo Borri, il presidente federale Gavazzi, che ha vissuto dall’interno della federazione i sedici anni di presidenza Dondi, ora onoraria, da lui definito come “l’uomo della svolta“ per la federazione italiana riconoscendogli il merito di essere stato il primo italiano nell’esecutivo dell’IRB, ora World Rugby, oltre a quello di aver posto le basi per l’ingresso dell’Italia nel 6 Nazioni e Gennaro “Mimmo” Mancini, suo compagno di squadra ed ex presidente della Rugby Parma, che ha ricordato alcuni aneddoti relativi ai tempi del suo stretto rapporto con un Dondi visibilmente emozionato nel corso della presentazione, in particolar modo nel ringraziare e rivedere coloro con cui ha diviso momenti e situazioni in un rugby totalmente diverso da quello dei giorni nostri.

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Rugby

© RIPRODUZIONE RISERVATA