Connect with us

Rugby

Il derby di ritorno è del Benetton, alle Zebre il bonus difensivo

Il derby di ritorno è del Benetton, alle Zebre il bonus difensivo

Allo Stadio comunale di Monigo il Benetton Rugby si aggiudica il derby di ritorno della Guinness PRO14 Rainbow Cup, superando 34-27 le Zebre Rugby. Nel 3° turno della nuova competizione internazionale, i Leoni trovano due pesanti marcature a fine primo tempo ed il punto di bonus nella ripresa.

Zebre attente e disciplinate nei primi 36’ del match. Splendida la reazione dei multicolor nel finale di gara che vanno a segno con Biondelli e Violi, grazie ai due assist vincenti di D’Onofrio.
Nel finale di gara ci sarebbe il tempo per cercare il colpo del controsorpasso, ma un ultimo fallo concede a Garbisi la chance di chiudere definitivamente la pratica a tempo rosso.

LA CRONACA: I primi 5 minuti del match sono un monologo dei multicolor che provano a costruire alla mano, capitalizzando due calci di punizione a favore. Rizzi prova a convertire il secondo fallo, ma il tentativo dalla piazzola è impreciso ed è nulla di fatto.

La prima azione dei Leoni si presenta all’8’ e nasce da un’introduzione in mischia a favore. I padroni di casa provano ad imporsi sul piano tattico ma Biondelli fa buona guardia e gli ospiti guadagnano un’altra penalità a favore grazie al lavoro combinato sul punto di incontro di Manfredi e Giammarioli.

I biancoverdi reagiscono al 12’ e risalgono il campo con una bella manovra offensiva, ma la difesa degli ospiti è attenta e si salva dopo un paio di ripartenze da mischia chiusa.
Le Zebre rimangono in zona rossa e al quinto calcio di punizione a favore ne approfittano per portarsi in vantaggio. Alla piazzola si presenta il neoentrato Carlo Canna che firma i primi punti del match quando siamo al 25’.

Nel finale di primo tempo i trevigiani salgono di colpi e, dopo aver strappato il loro primo fallo a favore, ripartono da touche trovando la marcatura alla bandierina con Halafihi. Biondelli placca in extremis il n° 8 avversario portandolo fuori, ma Gnecchi aggiudica la meta dopo aver consultato il TMO. Garbisi centra i pali, firmando al 37’ il controsorpasso dei suoi.
Prima dell’intervallo c’è tempo per un’altra meta. A firmarla è Monty Ioane allo scadere, col giovane n° 10 padovani che completa il gioco da 7 punti portando i suoi oltre il break.
Il primo tempo si chiude sul 14-3 per un Benetton Rugby che, nonostante le 5 penalità a sfavore, si mostra molto più cinico dei multicolor.

SECONDO TEMPO: Una meta per parte ad inizio ripresa cambia di poco l’inerzia del match: al 45’ D’Onofrio raccoglie l’ovale sull’invenzione al piede di Canna e segna la prima marcatura dei suoi, ma tempo 3’ e i Leoni rispondono da touche con la maul avanzante guidata dal neoentrato Lucchesi.

Duvenage e compagni si riportano oltre il break ma al 50’ l’apertura beneventana accorcia le distanze dalla piazzola, fissando il parziale sul 21-13.
Il secondo tempo è tutta un’altra gara: i trevigiani si mostrano molto più attenti e disciplinati, schiacciando il XV di coach Bradley nella sua metà campo. La meta per la squadra di casa è nell’aria e come nel derby di andata verrà segnata dall’ex di turno Edoardo Padovani. Garbisi è una macchina e fa 4/4 dalla piazzola, allargando ulteriormente lo score sul 28-13.

Conquistato il punto di bonus offensivo, i padroni di casa abbassano nettamente il ritmo di gioco. Ne approfittano le Zebre che sul finale di gara risalgono il campo con coraggio e con orgoglio, trovando due mete con Biondelli e Violi. Decisivo in entrambe le situazioni l’assist vincente di Giovanni D’Onofrio.

Canna trasforma entrambe le marcature riportando il parziale sul 31-27 quando siamo al 75’. Boni e compagni provano a costruire l’azione del controsorpasso negli ultimi minuti del match, ma il XV di coach Crowley fa buona guardia e, dopo aver forzato un tenuto a favore, sigla gli ultimi 3 punti della sfida a tempo rosso con Paolo Garbisi.

Un punto di bonus difensivo per le Zebre che chiudono il 3° turno della Guinness PRO14 Rainbow Cup sul 34-27.

PROSSIMI IMPEGNI: La prossima settimana sarà libera da impegni agonistici. Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma martedì 18 maggio aprendo la settimana di allenamenti in vista del 5° turno della Guinness PRO14 Rainbow Cup, in programma sabato 5 giugno all’Arms Park contro i Cardiff Blues.


Benetton Rugby Vs Zebre Rugby Club 34-27 (p.t. 14-3)
Marcatori: 25’ cp Canna (0-3), 37’ m. Halafihi tr Garbisi (7-3), 40’ m. Ioane tr Garbisi (14-3); s.t. 45’ m. D’Onofrio tr Canna (14-10), 48’ m. Lucchesi tr Garbisi (21-10), 50’ cp Canna (21-13), 56’ m. Padovani tr Garbisi (28-13), 64’ cp Garbisi (31-13), 73’ m. Biondelli tr Canna (31-20), 75’ m. Violi tr Canna (31-27), 80’ cp Garbisi (34-27)

Benetton Rugby: Hayward, Padovani (71’ Tavuyara), Brex, Zanon, Ioane, Garbisi, Duvenage (Cap) (55’ Braley), Halafihi 61’ Favretto), Lamaro, Negri, Ruzza (45’ Zuliani, 64’ Ruzza), Cannone (45’ Herbst), Alongi (21’ Riccioni), Els (45’ Lucchesi), Gallo (61’ Nemer); All. Crowley
Zebre Rugby Club: Biondelli, Fusco, Boni (Cap) (40’ Palazzani), Lucchin, D’Onofrio, Rizzi (11’ Canna), Violi, Giammarioli, Masselli (53’ Leavasa), Bianchi, Kearney (48’ Ortis), Krumov, Tarus (48’ Bello), Manfredi (53’ Bigi), Buonfiglio (61’ Rimpelli); All. Bradley; (Non entrati Maxime Mbandà)
Arbitro: Gianluca Gnecchi (Federazione Italiana Rugby)
Calciatori: Antonio Rizzi (Zebre Rugby Club) 0/1; Carlo Canna (Zebre Rugby Club) 5/5; Paolo Garbisi (Benetton Rugby) 6/6
Cartellini:
Player of the match: Sebastian Negri (Benetton Rugby)
Punti in classifica: Benetton Rugby 5, Zebre Rugby Club 1
Note: Cielo parzialmente nuvoloso. Temperatura 18°. Terreno in ottime condizioni. Partita disputata in regime di porte chiuse al pubblico.

(Nella foto in alto Giammarioli apre l’ovale da un punto di incontro – Inpho)

 

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma

Commenti Recenti

Altro in Rugby